Tolomeo
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Agropoli, “guerra” ai fumatori: stop alle sigarette in giardini e parchi

Provvedimento finalizzato a tutelare la salute e soprattutto i più piccoli.

AGROPOLI. Stop al fumo anche nei luoghi all’aria aperta, in particolare nei giardini e nei parchi cittadini.

E’ questa la proposta dell’assessore all’ambiente del Comune di Agropoli Elvira Serra. La giunta comunale ha approvato un apposito atto con il quale si dà mandato al sindaco di emettere un’ordinanza in tal senso

“Secondo i dati del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità – evidenziano da palazzo di città – il fumo di tabacco risulta essere al secondo posto, dopo l’ipertensione arteriosa, come causa di morte e al primo posto per anni di vita persi in disabilità”, inoltre “il trend dei fumatori risulta in aumento fra i giovani e i bambini che costituiscono un terzo della percentuale dei fumatori passivi”.

Così l’amministrazione comunale ha deciso di adottare le necessarie contromisure, anche rispettando il programma “Guadagnare salute”, strategia multidisciplinare per la promozione della salute approvata dal Consiglio dei Ministri il 16 febbraio 2007 che prevede, anche da parte dei governi locali, l’adozione di iniziative per contrastare comportamenti nocivi che creano malattie e che, per l’effetto, pesano sui sistemi sanitari e sociali.

Il Comune di Agropoli risponderà con questo provvedimento finalizzato a tutelare la salute e soprattutto i più piccoli.

Tags

3 commenti

  1. Propaganda.
    Non sono questi i problemi di Agropoli.
    Le telecamere in centro funzionano? Oppure le uniche a funzionare sono quelle che permettono di fare contravvenzioni agli automobilisti? Ovviamente saranno problemi di tipo tecnico a far funzionare le une e non le altre, ci mancherebbe.
    Ma è più importante il problema del fumo all’aria aperta.
    Bravi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare