Affare Fatto

    Castelcivita

    @enricosaiardi

    Monte Stella

    @mariacortiglia

    Castellabate

    @mbaccanello

    Agropoli

    @artur_sansone

    Ascea

    @fracaggiano

    Sala Consilina

    @mari.jp.bernini

    Paestum

    @gabrielegranato

    Capelli di Venere

    @mariopassaro

    Punta Licosa

    @medinstyleweddingsevents

    Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni è stato istituito nel 1991. Comprende un’area naturale protetta di circa 36 000 ettari, successivamente estesa fino a 181 048 ettari. Dal 1998 il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni è Patrimonio dell’umanità dell’Unesco (con i siti archeologici di Paestum e Velia e la Certosa di Padula), dal 1997 è Riserva della biosfera e dal 2010 è il primo parco nazionale italiano a diventare Geoparco. Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni comprende due aree marine protette: quella di Santa Maria di Castellabate e quella di Costa degli Infreschi e della Masseta.

    I Comuni del Parco

    Agropoli, la porta del Cilento.Il territorio fu frequentato già dal Neolitico da popolazioni dedite alla caccia e alla pesca. E’ una nota località balneare con un suggestivo centro storico arroccato su un promontorio circondato per tre lati dal mare. Clicca qui per conoscere Agropoli! 

    Ascea. Gli antichi Focei rimasero impressionati dalla bellezza della costa eleatica e decisero di sceglierla per fondare la loro colonia. Rinomato centro balneare e turistico, il visitatore giunge ad Ascea per conoscere i luoghi natali del filosofo Parmenide e gli scavi della città di Velia. Clicca qui per conoscere Ascea.

    La Costa del Mito

    Focus su Camerota
    La frazione costiera Marina di Camerota, è una località di villeggiatura molto rinomata. Oltre alle bellezze naturalistiche, diverse le chiese e le cappelle disseminate sul territorio. Inoltre è possibile ammirare i ruderi del castello medievale nei pressi del quale si trova il teatro Kamaraton. Di grande interesse la zona archeologica di Marina di Camerota, con le sue grotte. Clicca qui per conoscere Camerota.


    Focus su Centola Palinuro
    Centola,
    con la frazione costiera di Palinuro (dal nome del nocchiero di Enea che qui avrebbe trovato la morte), è un Comune che ha zone di incomparabile bellezza. Dall’area collinare ai suggestivi paesaggi costieri, poche zone hanno tanti punti dal così grande fascino. Clicca qui per conoscere Centola Palinuro.

    Capaccio Paestum

    castello_capaccio
    L’area archeologica di Paestum, la città romana sorta sulla colonia greca di Poseidonia, è uno dei luoghi più suggestivi del Parco Nazionale. La zona archeologica di Paestum è uno dei principali parchi archeologici del mondo, dotato di un museo, ed è riconosciuto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità. In esso si possono ammirare tre templi greci fra i meglio conservati del mondo. Clicca qui per conoscere Capaccio Paestum

    Castellabate. Il Comune noto per il film Benvenuti al Sud è una delle perle del territorio. Oltre alle bellezze paesaggistiche, molti sono anche gli edifici di valore storico-artistico e architettonico. Quello di Castellabate è un territorio che dal Capoluogo alla costa merita di essere visitato Clicca qui per conoscere Castellabate.

    Il borgo di Castelcivita merita sicuramente di essere visitato, ma sono le grotte le assolute protagoniste dell’area. Da un punto di vista strettamente naturalistico e geologico possiamo dire che l’ingresso delle grotte è situato a 20 metri sul livello del fiume Calore e a 94 metri sul livello del mare, e la temperatura è pressochè costante, 18° circa. Clicca qui per conoscere Castelcivita.

    Padula. Questo paese è conosciuto soprattutto per la Certosa. La Certosa di San Lorenzo è uno dei monasteri più grandi nel mondo e tra quelli di maggior interesse in Europa per importanza architettonica. La visita alla Certosa è l’occasione per vivere ed immergersi per un paio d’ore nella vita che conducevano i frati benedettini e ammirare sia gli ambienti di culto e di contemplazione che aree di svago, le cucine ed i giardini. Clicca qui per conoscere Padula.

    Pertosa. Il Comune è rinomato soprattutto per le grotte. Le Grotte di Pertosa-Auletta attraggono turisti provenienti da tutto il mondo. Gli studiosi ne individuano l’origine a circa 35 milioni di anni fa. Le Grotte dell’Angelo, che si snodano per circa 2500 metri attraverso gallerie, cunicoli e caverne, si caratterizzano per la bellezza di stalattiti e stalagmiti, per l’imponenza delle caverne, e perché, per visitarle occorre percorrere un laghetto originato da un fiume sotterraneo. Clicca qui per conoscere Pertosa.

    Pollica. Di particolare prestigio i centri balneari di Acciaroli e Pioppi, che meritano, da tempo, la Bandiera blu d’Europa. Pollica è inoltre la patria della Dieta Mediterranea. Clicca qui per conoscere Pollica

    Roscigno. Oggi il Comune è costituito dai due centri di Roscigno Nuova e Roscigno Vecchia, distanti tra loro poco meno di un chilometro. Roscigno Vecchia è ormai una sorta di museo all’aperto, che conserva ancora le vecchie case, i portali in legno delle botteghe, le antiche insegne, le strade e le viuzze in ciottoli di pietra calcarea. Affascinante e suggestiva è la grande piazza Giovanni Nicotera, dominata dalla settecentesca Chiesa di San Nicola. Numerosi attrezzi agricoli sono esposti nel Museo della civiltà contadina, allestito in sei locali del vecchio abitato. Clicca qui per conoscere Roscigno.

    Sapri. In pochi luoghi storia, mito e legenda, saldamente ancorati alla natura del posto, conservano intatta la magica evocativa del loro passato. Uno di questi è sicuramente Sapri, il cuore antico e pulsante del Golfo di PolicastroClicca qui per conoscere Sapri

    E' stato rilevato Adblock

    Per favore disabilita Adblock su questo sito