Affare Fatto

Morigerati Turismo. Scopri il comune di Morigerati

Morigerati, il “Paese Ambiente”

La Storia di Morigerati

La storia fa risalire la fondazione di Morigerati a dei monaci basiliani che intorno all’VIII secolo dopo Cristo si rifugiarono in questo territorio. A conferma di ciò la venerazione di San Demetrio Martire, la cui chiesa fu edificata nel 1300 sui resti di un altro edificio di culto. In questo periodo venne eretto anche un Castello, poi trasformato in Palazzo Baronale della famiglia De Stefano. Prima dell’VIII secolo Morigerati sarebbe stata abitata da un popolo di stirpe italica, i Morgeti, e poi conquistata dai romani: della loro presenza si trovano tutt’oggi tracce, in località Ramanuru.

Cosa Visitare a Morigerati

Morigerati è un luogo ricco di bellezze, paesaggistiche, storico-architettoniche e naturalistiche. Per chi visita questo territorio è d’obbligo recarsi all’Oasi WWF. Creata nel 1985 è caratterizzata dalla presenza al suo interno delle grotte in cui è possibile ammirare le risorgenze del fiume Bussento. Sul fondo della gola, l’ambiente è ricco di muschi, felci, salici e ontani. Il fiume ospita una ricca fauna di invertebrati bentonici, inoltre sono presenti il Gambero di fiume e la Trota Fario. Si possono osservare anche numerose specie di anfibi e rettili. Nelle zone dove l’acqua scorre molto veloce si può osservare il merlo Acquaiolo, mentre in acque più lente il Martin Pescatore. Suggestiva la stazione di muschio, la più importante dell’Italia meridionale. Particolarmente suggestivo il vecchio mulino a molitura a ruota orizzontale, sistema introdotto dai monaci italo-greci, dalla cui apertura fuoriesce un possente getto d’acqua che viene incanalato più a monte, simbolo di epoche in cui l’uomo lavorava in simbiosi con la natura.

A Morigerati è anche possibile visitare il Museo Etnografico che raccoglie resti della civiltà contadina e  l’antica ferriera, esempio di archeologia industriale del passato. All’interno del paese tra le suggestive viuzze caratteristiche sorgono il Palazzo Baronale e il Santuario di San Demetrio Martire. Caratteristico anche il centro abitato di Sicilì con la Chiesa della Santissima Annunziata.

L’oasi di Morigerati con il caratteristico mulino ad acqua

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito