Anche il comune di Castellabate firma un protocollo per il turismo accessibile - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Cronaca

Anche il comune di Castellabate firma un protocollo per il turismo accessibile

santamaria-castellabate

Dopo Agropoli anche Castellabate ha siglato il protocollo per favorire un turismo accessibile.

Anche il comune di Castellabate firma un protocollo per il turismo accessibile

Dopo Agropoli anche Castellabate ha siglato il protocollo per favorire un turismo accessibile.

Il Comune di Castellabate ha siglato un protocollo d’intesa con le associazioni “Cilentomania” e “Cilento4all” per la promozione di iniziative ed attività finalizzate allo sviluppo del turismo accessibile sul proprio territorio comunale. Con tale intesa, le parti in causa si impegneranno per garantire percorsi, strutture e servizi turistici accessibili rivolti ad anziani, disabili, persone diversamente abili o con bisogni specifici. “Ci proponiamo – spiega il vicesindaco, Luisa Maiuri – di fare un percorso condiviso per sensibilizzare le strutture alberghiere attraverso una mappatura di quelle che sono accessibili per tutti. Ci impegneremo, inoltre, a creare itinerari turisti ad hoc per i diversamente abili ed a mettere in campo varie iniziative turistiche a favore delle persone diversamente abili. Per tale ragione, riteniamo molto importante tale protocollo d’intesa perché è uno strumento efficace per sensibilizzare e promuovere il turismo accessibile nel Cilento”. In particolare, il protocollo d’intesa mira al miglioramento ed all’adattamento dei servizi turistici ai bisogni delle persone con specifiche esigenze di accesso; la promozione di pari opportunità e l’inclusione sociale; la realizzazione di una mappatura delle strutture turistiche in base a parametri certi di “accessibilità”; la promozione di standard qualitativi per un’accessibilità per tutti delle strutture ricettive pubbliche e private; il miglioramento delle competenze in tema di accessibilità lungo tutto la catena dell’offerta turistica attraverso seminari e incontri di formazione; la ricerca di bandi regionali, nazionali e comunitari sul tema del turismo accessibile e, infine, la messa in campo di azioni in sinergia atte a diffondere la cultura della diversità e della accessibilità per tutti come ricchezza della società con il coinvolgimento attivo e fattivo di persone, associazioni, enti, forze produttive e istituzioni nazionali ed internazionali.

Top
Ti suggeriamo di leggere Cronaca, Homepage
italo_voza
Capaccio, centrale biomasse: comune ricorre al Tar e diffida gli organi compententi

ruggi
Ospedale Ruggi: cambio al vertice, lascia il direttore generale

pompieri_notte
A fuoco canna fumaria, vigili del fuoco evitano il peggio

Chiudi