Morì in uno dei più grandi disastri navali della storia: Castelcivita lo ricorda

Castelcivita ricorda Giovanni Perrotta, morto nell'affondamento del piroscafo Oria nel quale perirono circa 4000 persone

CASTELCIVITA. Si terrà il prossimo sabato 28 maggio la cerimonia di intitolazione di una strada comunale a Giovanni Perrotta. Una decisione presa dall’amministrazione guidata dal sindaco Antonio Forziati nel 2019 per onorare un cittadino di Castelcivita scomparso durante la Seconda Guerra Mondiale.

La morte di Giovanni Perrotta. La storia del piroscafo Oria

Giovanni Perrotta perì nel naufragio del piroscafo Oria. Si trattava di una nave norvegese con a bordo ben 4117 prigionieri italiani. L’11 febbraio 1944 partì da Rodi diretta al Pireo con a bordo 4046 militari internati (43 ufficiali, 118 sottufficiali, 3885 soldati), 90 tedeschi di guardia o di passaggio, e l’equipaggio.

All’indomani, colto da una tempesta, naufragò dopo essersi infranto contro l’isolotto di Patroclo, presso Capo Sunio. I soccorsi, ostacolati dalle pessime condizioni meteorolgiche e giunti pertanto il giorno seguente all’incidente, consentirono di salvare solo 37 italiani, 6 tedeschi, 1 greco, 5 uomini dell’equipaggio, incluso il comandante Bearne Rasmussen e il primo ufficiale di macchina. Tutti gli altri persero la vita.

Le vittime

I cadaveri di circa 250 naufraghi, trascinati sulla costa dal fortunale e sepolti in fosse comuni dalla popolazione locale, furono traslati, al termine della guerra, nei piccoli cimiteri dei paesi della costa pugliese e, successivamente, nel Sacrario dei caduti d’Oltremare di Bari.

I resti degli altri rimangono tutt’oggi sepolti in quelle stesse acque, nonostante che, nel 1955, i resti del relitto vennero smontati per recuperarne il ferro.

Il ricordo di Castelcivita

Tra le vittime del naufragio anche Giovanni Perrotta.

«L’intitolazione della strada – affermano da palazzo di città – potrebbe contribuire al riconoscimento del valore del sacrificio delle vittime ed alla diffusione della conoscenza di una vicenda che non ha mai ricevuto la giusta evidenzia pubblica».

La strada Giovanni Perrotta si trova nella Contrada Serra, nella zona della Chiesa Evangelica.

La cerimonia si terrà a partire dalle ore 11:30. Dopo i saluti del sindaco Antonio Forziati è prevista la benedizione da parte del parroco Don Simone La Corte.

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Sostieni l'informazione indipendente