AttualitàCilento

Celle di Bulgheria: a scuola un progetto di recupero del dialetto

A scuola il dialetto entra nel percorso di studio degli studenti

Lodevole iniziativa alla scuola primaria di Celle di Bulgheria. La maestra Maria Teresa Scianni, insegnante presso la scuola primaria di primo grado “Canonico Antonio Maria De Luca”, ha inserito nel programma scolastico 2019/2020 un progetto per il recupero e la rivalutazione del dialetto. Lo scorso 23 gennaio la maestra, autrice del libro “Ritti antichi”, Maria Luisa Amendola di Palinuro è stata ospitata ed accolta con grande entusiasmo dai bambini. Una full immersion nel vero dialetto leggendo alcuni dei detti antichi riportati nel libro ideato appunto per conservare e tramandare ai giovani le usanze degli anziani.

Dialetto nel percorso di studi, l’iniziativa

“I bambini si sono divertiti – racconta Maria Luisa Amendola- uno dei detti che più li ha colpiti è stato ‘t’aggià scapà cum’a n’alici’. Una giornata piacevole ed entusiasmante per me che adoro i bambini vista anche la mia lunga carriera dedita all’insegnamento”

Nel corso della mattinata, i bambini hanno intervistato alcuni anziani del paese facendosi raccontare in dialetto cellese altri detti antichi ed hanno messo a cofronto i due dialetti.

Il libro di Maria Luisa Merola verrà utilizzato per il progetto a scopo didattico al termine del quale ci sarà un altro incontro con l’autrice per “discutere” del riscontro avuto dal progetto stesso.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Letizia Baeumlin

Appassionata di giornalismo, collabora con InfoCilento dal 2019. Si occupa di attualità, cronaca, eventi e gastronomia. E' sposata, ha due figli e vive a Palinuro. E' appassionata di cucina.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it