Affare Fatto
AttualitàCilento

“Non cadere nella rete”, a scuola di sicurezza informatica all’IC Castellabate

Far conoscere i pericoli nascosti nel web ma anche alcune semplici strategie per proteggersi è l’obiettivo dell’incontro che si svolgerà domani (sabato 9 febbraio 2019) alle ore 10,30 a Santa Maria di Castellabate presso l’aula magna dell’Istituto Comprensivo.

L’evento, che offrirà agli studenti l’occasione di confrontarsi con degli esperti in sicurezza informatica, è organizzato dall’Istituto Comprensivo Castellabate, dalla locale sezione della Fidapa e dal Comune di Castellabate, nell’ambito delle iniziative previste per la Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo.

A introdurre i lavori saranno la presidente della Fidapa Castellabate, Brasilina Guariglia, il sindaco Costabile Spinelli, la dirigente scolastica Gina Amoriello, il referente dell’Istituto Comprensivo per bullismo e cyberbullismo, Vincenzo Caputo. Gli interventi saranno curati dall’esperto in cyber security Roberto De Michele e dalla psicologa-psicoterapeuta Anna Maria Merola.

«Educare all’utilizzo consapevole di internet e degli strumenti tecnologici è una delle priorità che oggi la scuola deve necessariamente porsi – spiega la dirigente scolastica Gina Amoriello – I nostri ragazzi, già durante gli anni della scuola Primaria e Secondaria di I grado, utilizzano telefonini, computer e videogiochi, ma il più delle volte lo fanno in modo ingenuo, perché non conoscono i pericoli che realmente nasconde la rete. Iniziative come queste servono a far capire, ai più giovani e meno giovani, come purtroppo sia facile subire intrusioni esterne e furti di dati personali o, peggio, entrare in contatto con soggetti pericolosi attraverso chat e videogiochi che sembrano innocui».

«Tra le tante iniziative e attività svolte dalla Fidapa – aggiunge la presidente della sezione Castellabate, Brasilina Guariglia – c’è un profondo interesse verso le problematiche che coinvolgono i più piccoli. In occasione della Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo abbiamo creato una collaborazione con l’Istituto Comprensivo per coinvolgere i ragazzi e dare loro la possibilità di incontrare un esperto in sicurezza informatica. Ci auguriamo che questo confronto possa spingerli ad aprire gli occhi sui pericoli a cui si espongono quotidianamente e che spesso ignorano, rispetto all’utilizzo di chat, videogiochi, social e programmi di uso comune. I tecnici spiegheranno anche come difendersi attraverso semplici app che creano barriere di protezione su telefoni e computer».

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito