Cilento, l’elisir di lunga vita? E’ anche nel carattere

Li rivelano gli studi sui centenari cilentani

Per vivere a lungo ci vuole carattere. Non è solo una questione di DNA. Questo è quanto emerge dal profilo psicologico dei super anziani del Cilento. Lo studio, che l’Università Lund di Malmö della Svezia, la San Diego University California, e La Sapienza di Roma, insieme al Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano ed Alburni stanno portando avanti per scoprire l’elisir di lunga vita dei cilentani, ha stilato un profilo psicologico vincente degli ultracentenari del Cilento, descritto sulla rivista International Psychogeriatrics, che rivela tanto ottimismo, una buona dose di religiosità, un forte attaccamento alla propria terra e alla famiglia, etica del lavoro quanto basta, e infine un pizzico di testardaggine: ecco l’elisir di lunga vita mantenendo un cervello sempre giovane.

Lo studio ha preso in esame 29 anziani, di età compresa tra 90 e 101 anni, residenti in 9 comuni del Cilento e arruolati nello studio Ciao (Cilento on Aging Outcomes Study). Ciascuno di loro è stato intervistato per avere un quadro dettagliato delle sue condizioni psico-fisiche e soprattutto per conoscere il suo mondo interiore, fatto di ricordi, religiosità ed esperienze personali come quelle della migrazione. La ricerca è stata poi estesa anche ai familiari più giovani, per valutare la loro salute mentale e fisica e per conoscere le loro impressioni circa la personalità e il carattere dei loro anziani. Dai risultati è emerso che nonostante gli acciacchi e le malattie, i nonni del Cilento hanno un benessere mentale superiore a quello dei figli di età compresa fra i 51 e i 75 anni. « Ciò che accomuna questi anziani è l’amore per la loro terra, in cui trovano un motivo per continuare a vivere – spiega la prima autrice dello studio, Anna Scelzo, dell’Asl 4 Chiavarese, come riporta ANSA- Molti continuano a lavorare a casa o nei campi, e pensano ‘questa è la mia vita, non voglio arrendermi».

Altra nota curiosa è il carattere tutto pepe di questi arzilli nonnini. Gli studiosi hanno scoperto che tendono ad essere dominanti, testardi, e hanno bisogno di avere un senso di controllo. . “Questa tendenza a controllare l’ambiente evidenzia una certa determinazione che è bilanciata dalla necessità di adattarsi ai cambiamenti”- conclude Scelzo.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!