Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Il mare del Cilento sempre più bello. Ecco tutte le Vele di Legambiente e Touring Club

Il mare del Cilento sempre più bello. Ecco tutte le Vele di Legambiente e Touring Club

I comuni del Cilento sorridono per le “Vele” di Legambiente

Il mare del Cilento sempre più bello. Ecco tutte le Vele di Legambiente e Touring Club

Sorridono Cilento e Golfo di Policastro

Nuovi riconoscimenti per il mare della provincia di Salerno. Dopo le Bandiere blu è la Costiera Cilentana a fare en plein con le 5 Vele di Legambiente. Ieri a Roma l’associazione ambientalista, insieme al Touring Club, ha presentato «Il mare più bello 2017», la Guida che ogni offre ai suoi lettori una bussola delle località balneari italiane. Rispetto a quanto accadeva fino allo scorso anno, per il 2017 è stata introdotto una novità: ad essere premiati non sono soltanto i singoli comuni, bensì i comprensori turistici che possono raggruppare anche più paesi delle località marine e lacustri della Penisola.

Questi ultimi sono raggruppati in una graduatoria basata sulla salubrità delle acque, la pulizia delle spiagge, la qualità dei servizi, l’efficacia della raccolta differenziata, la presenza di aree pedonali, la valorizzazione del paesaggio. La classifica è stesa in termini di numeri di vele blu assegnate alle località esaminate, con cinque vele che rappresentano il riconoscimento massimo. Per il 2017 a Sardegna è la Regione più premiata con 5 comprensori a 5 vele; poi la Sicilia con 3 comprensori premiati con le 5 vele, la Toscana (2 comprensori), la Puglia. La Campania resta in alto grazie alla provincia di Salerno. Premiato con 5 vele, il comprensorio turistico Sud Cilento e quello del Golfo di Policastro. Il Sud Cilento comprende un’ampia fascia costiera che corre da Santa Maria di Castellabate fino a Marina di Camerota, impreziosita da ben due aree marine protette e dalla presenza di Pollica, un Comune che ha svolto e continua ad esercitare una funzione di traino rispetto al resto del territorio e risulta, con le frazioni costiere di Acciaroli e Pioppi il miglior, comune, seguito da Camerota, Centola-Palinuro, Castellabate, San Mauro Cilento, Pisciotta, Montecorice, Casal Velino e Ascea. Nel comprensorio del Golfo di Policastro, invece, troneggia Maratea (lunga la costa lucana), seguita da San Giovanni a Piro, con il litorale di Scario, Sapri e Vibonati. Nella Guida di Legambiente premiate e menzionate anche altre località del comprensorio salenitano: la Costiera Amalfitana (con Cetara, Amalfi, Vietri sul Mare e Praiano),è stata premiata con 4 vele insieme all’Isola di Capri. Seguono con tre vele il comprensorio Nord Cilento con i comuni di Agropoli e Capaccio Paestum. La graduatoria campana è completata con le due vele del Regno di Nettuno (Ischia e Procida) e della Penisola Sorrentina (Massa Lubrense, Vico Equense, Sorrento).

«Quest’anno – ha commentato Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania – abbiamo infatti cambiato le modalità di valutazione delle località costiere del nostro Paese: non più una classifica che assegna le vele ai singoli Comuni, ma piuttosto dei riconoscimenti assegnati a interi comprensori turistici, ovvero a un territorio più ampio che coinvolge più amministrazioni comunali». «Siamo convinti – ha detto – che oggi la vera sfida non si basi sulla competizione tra comuni, ma sul mettere in campo politiche di valorizzazione tra le varie amministrazioni mettendo in sinergia quelle esperienze territoriali di successo, basate su offerta turistica e scelte innovative in tema di tutela, conservazione e gestione del territorio, con le strategie d’area».

Soddisfatto del riconoscimento il neo sindaco di Camerota Mario Scarpitta: «Un ambitissimo vessillo per il nostro territorio, frutto di un lavoro che è partito da diversi anni e che ogni giorno si consolida sempre di più dando lustro alla nostra Camerota». «Oggi – continua il primo cittadino – insieme ad altre località di primissimo piano, riceviamo questa conferma che è un certificato di garanzia per la nostra costa ma è anche un grande impegno per il futuro perchè bisogna portare avanti sempre con più forza e tenacia la conferma di questi obiettivi e puntare a migliorarli attraverso la tutela e la salvaguardia dell’ambiente. Siamo molto soddisfatti di questo risultato ma per noi è un punto di partenza. Le 5 Vele devono significare non solo rispetto per il mare e per l’ambiente ma anche per i turisti e per il popolo di Camerota, assoluto protagonista di questo traguardo. Andiamo avanti su questa strada». Contento del risultato anche Costabile Spinelli, primo cittadino di Castellabate: «Era una nostra ambizione arrivare alle 5 vele, un risultato che ci appaga del grande lavoro fatto per mantenere alto il livello di qualità del nostro mare e per tutelare la natura». La CONFESERCENTI provinciale di Salerno pure sorride ai riconoscimenti a 5 vele assegnati oggi da Legambiente e Touring e svelati dalla prestigiosa guida blu 2017, alle località marine della nostra provincia. Investire sulle buone pratiche legate alla sostenibilità commenta il presidente Esposito, risulta essere per pubbliche amministrazioni ed associazione di imprese, sempre una strategia gratificante e vincente per i territori di appartenenza che sempre più riscontrano il giusto gradimento da parte di turisti, ospiti e residenti!

Commenti

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti

Top