Cure odontoiatriche: orientarsi nella scelta dello studio di fiducia

Secondo i dati offerti dall’Istat, la crisi economica in Italia ha provocato negli ultimi anni un calo delle cure odontoiatriche, mentre contemporaneamente sono aumentate le persone che hanno dilazionato le visite in un arco temporale maggiore. Sul totale di chi ha deciso di rinunciare alle cure, i motivi economici hanno inciso per oltre l’85%.
Disaggregando i dati, appare inoltre evidente lo svantaggio del Meridione in relazione a questo quadro già di per sé allarmante. Nel 2013 nel Sud Italia, ad esempio, solo il 27,7% della popolazione ha fatto ricorso ad una cura odontoiatrica, contro una media nazionale del 37,9%. Il bilancio è negativo anche per quel che riguarda le visite per la prevenzione e l’igiene dentale, che nel 2013 sono state nel Meridione quasi la metà di quelle effettuate dalla popolazione del Nord Italia. Triste primato invece per quanto riguarda il numero di coloro che non sono mai stati dal dentista: 12,1% al Sud, contro il 6,2% al Nord. (Fonte dati Istat: http://www.istat.it/it/archivio/164054)

Questo quadro si lega a doppio filo al fenomeno dei dentisti abusivi, con diversi fatti di cronaca che hanno riguardato appunto il meridione. Uno dei più recenti quello del marzo 2017, con la scoperta da parte della Guardia di Finanza di Napoli di uno studio abusivo in Via Epomeo, nella città partenopea.

Un fenomeno non solo meridionale

Ma il fenomeno delle truffe non riguarda solo il Sud Italia, anzi non mancano episodi analoghi anche a nord di Campania e Molise. Il triste primato sembra sia addirittura della Lombardia, dove secondo un rapporto dell’Eures del 2013 vengono scoperti quasi 90 casi illeciti ogni anno.
E proprio a Milano si è verificato negli ultimi anni un episodio curioso che, pur non rappresentando una truffa, la dice lunga sulla situazione del mercato odontoiatrico nel capoluogo lombardo.
Nel febbraio 2017, a Milano e provincia, è stata affissa una pubblicità ingannevole che dichiarava pari ad 1 euro il prezzo per un impianto dentale fisso, uno degli interventi odontoiatrici più costosi.
La pubblicità è stata prontamente ritirata dopo l’esposto dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM). Il Presidente dell’OMCeO di Milano ha spiegato che la decisione è stata presa non tanto per tutelare l’esercizio della professione, ma soprattutto per compiere un deciso passo verso una maggiore trasparenza e regolamentazione a tutela dei consumatori.

Il giusto prezzo per le cure odontoiatriche

La cartellonistica riportante il prezzo illusorio di 1 euro per un impianto dentale intercettava un’esigenza concreta: ottenere un trattamento importante per il proprio benessere contenendo la spesa.
Ma basta una conoscenza anche minima della materia dell’implantologia dentale per capire che un prezzo del genere non sarebbe sostenibile per nessuno studio dentistico. Gli impianti dentali sono viti che vanno ad installarsi nell’osso al di sotto della gengiva. In questo modo viene creato un alloggio stabile per la protesi, che riproduce perfettamente la forma degli altri denti e il colore dello smalto del paziente. In questo modo, il dente impiantato non è assolutamente diverso dagli altri. Rispetto alla classica dentiera, l’impianto non deve essere rimosso ed ha una manutenzione minima, essendo infatti raccomandate solo la pulizia semestrale dei denti insieme ad un’accurata igiene orale quotidiana.
Gli impianti attuali sono in titanio, materiale che annulla le possibilità di rigetto, mentre le protesi sono in ceramica, il materiale con la migliore resa estetica. Le cliniche all’avanguardia nel settore offrono la tecnica dell’impianto a carico immediato, che permette di installare subito la protesi definitiva senza aspettare le settimane di guarigione dall’intervento che invece erano obbligatorie fino a qualche tempo fa. (Fonte Implantologia dentale)
Ma non è solo la tecnica all’avanguardia a fare il prezzo del trattamento. Anche la struttura ambulatoriale fa la differenza e di sicuro una clinica che impieghi attrezzature o arredamento low cost non può essere in grado di tutelare al meglio la salute dei propri pazienti. Tra i marchi più conosciuti per la dotazione degli studi odontoiatrici troviamo la Stern Weber e la De Marco, che producono in Italia e che garantiscono massima efficienza e igiene. A proposito di igiene, tutte le procedure di sterilizzazione sono tenute a rispettare le stringenti direttive europee e nazionali, che tutelano il paziente e guidano i medici nell’adozione degli standard internazionali più evoluti. (Trovate maggiori informazioni sulle procedure di sterilizzazione e sulle attrezzature omologate sul portale di Bite Studio Ostia – Rm) .
Prima di rincorrere un ribasso dei prezzi spesso impossibile, pazienti e dentisti dovrebbero valutare con attenzione la qualità dei trattamenti e delle attrezzature dello studio medico che frequentano o che dirigono. Se lo sconto va a discapito della salute del paziente o nasconde addirittura una truffa, diventa completamente inutile se non addirittura dannoso.

CONTINUA A LEGGERE
blank

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it