Castellabate, si corre la 18esima edizione della Marcialonga - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Castellabate, si corre la 18esima edizione della Marcialonga

marcialonga

Toccherà alcuni degli scorci più incantevoli del paese di Benvenuti al Sud, con l’arrivo ai piedi del castello dell’Abate: è la Marcialonga

Castellabate, si corre la 18esima edizione della Marcialonga

Toccherà alcuni degli scorci più incantevoli del paese di Benvenuti al Sud, con l’arrivo ai piedi del castello dell’Abate.

È la diciottesima edizione della Marcialonga di Castellabate, gara podistica organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica “La Marcialonga di Castellabate-Newcastle, che si terrà venerdì 7 agosto alle ore 18. La gara podistica, valida anche quale nona tappa del circuito 2015 “Cilento di Corsa”, gode anche dei patrocini del comune di Castellabate, della Provincia di Salerno, del Parco Nazionale del Cilento,Vallo di Diano e Alburni, delle associazioni sportive italiane (Asi), delle associazioni del territorio e del Coni. La Marcialonga di Castellabate è una delle più longeve del Cilento perché è nata nel 1976, salvo poi l’interruzione negli anni successivi e la ripresa dell’evento sportivo solo nel 2011. La corsa partirà alle ore 18.00 da piazza Lucia della frazione Santa Maria e si snoderà lungo un percorso di 6.2 km, quasi tutto in salita, con arrivo posizionato al Belvedere di Castellabate capoluogo, a piedi del Castello e con vista su tutto il litorale e sull’isolotto di Punta Licosa. La Marcialonga, tra le più apprezzate dai runners ed allo stesso tempo tra le più temute per il suo grado di difficoltà, sarà preceduta alle 17.45 da un’altra corsa, sempre lungo lo stesso percorso, riservata ai non agonisti. “È ormai un appuntamento sportivo consolidato dell’estate cilentana. – spiega il presidente dell’associazione La Marcialonga di Castellabate, Nicola Paolillo, – È particolarmente amata dagli atleti perché si corre in uno scenario incantevole, ma allo stesso è molto temuta perché si svolge su un percorso che è quasi tutto in salita. Abbiamo ricevuto già molte adesioni ed è l’ennesima conferma dell’importanza di puntare anche sullo sport quale veicolo di promozione turistica di un territorio”. Saranno circa duecento i corridori, provenienti da diverse regioni d’Italia, ai nastri di partenza, così come non saranno pochi i semplici appassionati che si iscriveranno alla gara non agonistica.

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage
Felicio Angrisano
Nel Cilento la visita del comandante generale delle Capitanerie di Porto

rofrano
A Rofrano il “#MutarteFestival15”

edmondo_cirielli
Trivellazioni nel Vallo di Diano: Cirielli chiede al Governo un tavolo tecnico

Chiudi