AttualitàVallo di Diano

Fondazione Mida dà il via a “Dialoghi di storia”

Si parte oggi con l'intervento della direttrice del museo di Buccino

In questo difficile anno sono stati tanti i cambiamenti che ognuno di
noi ha dovuto affrontare nella propria vita, e anche per la Fondazione
MIdA molte cose sono cambiate e molte con forza e volontà si sono
organizzate seguendo altri schemi, altre modalità. Tra queste
l’iniziativa Dialoghi di Storia, che giunta alla sua terza edizione,
diventa virtuale.

Dopo il successo del primo ciclo di seminari tenutisi nel 2018 e di una
versione anche outdoor del 2019, i Dialoghi di Storia Online 2020,
organizzati dalla Fondazione MIdA e curati dalla professoressa Rosanna
Alaggio, affronteranno, grazie a esponenti del mondo accademico, vari
periodi storici, con uno sguardo sempre attento al futuro, alle
vocazioni e all’identità del nostro territorio.

Si parte il 20 ottobre 2020 alle ore 18.00 con la dottoressa Adele Lagi,
Responsabile Area archeologia Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e
Paesaggio di Salerno e Avellino, nonché Direttore del Museo Archeologico
Nazionale “M. Gigante” e del Parco Archeologico di Buccino, e il
seminario dal titolo “La pietra di roccia: terremoto, archeologia urbana
e storia di una città”.

Di seguito un breve abstract del suo intervento:

La Soprintendenza Archeologica di Salerno Avellino e Benevento diede
inizio ad un intervento di tutela a Buccino, dai giorni immediatamente
successivi al disastroso evento sismico del novembre 1980, nell’area di
S. Stefano dove, a seguito di uno sbancamento per la collocazione di
prefabbricati per i senzatetto, era emersa una vasta area di necropoli
con tombe databili tra il VII e il IV secolo a.C. Questo fu solo
l’inizio di un’opera di tutela messa in atto mediante il controllo di
tutte le attività di ricostruzione. In particolare tale attività si
concentrò nel centro storico che, come era già noto dalle fonti,
corrispondeva all’antica città di Volcei.

Fu individuata e messa in atto una strategia di archeologia urbana che ha portato alla realizzazione di un parco archeologico urbano nel centro storico e che, insieme all’indagine archeologica nel territorio, ha permesso la progettazione
di un Parco diffuso sul territorio e del Museo archeologico di Volcei e
del territorio. Il presente intervento, oltre a esporre i risultati
dell’azione di tutela messa in atto, vuole illustrare gli aspetti
tecnici, scientifici e decisionali che sono stati alla base di tali

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it