Montella PrismArredo
Attualità

La lettera di una cilentana in trincea: “state a casa se non volete morire”

"Se il Covid 19 arriva al sud come è arrivato qua non farete in tempo a contare le bare. Restate a casa"

Una lettera inviata al sindaco di Castellabate, Costabile Spinelli, per testimoniare il lavoro di una cilentana in trincea. A scriverla Ornella Granito, che ha deciso di testimoniare quanto avviene dal nord Italia. Lei è un’infermiera, lavora a Torino. Invita il sindaco a far rispettare le regole poiché “probabilmente alcuni non hanno capito come è critica la situazione, di covid 19 si muore e si muore a tutte le età”.

“Qui – racconta – nessuno può uscire se non con la mascherina, anche fatta artigianalmente, e con i guanti, non può uscire più di una persona per famiglia. I controlli sono capillari e continui e con le multe non scherzano”. “Inizi anche lei a fare sul serio con multe a tutto spiano, se i suoi concittadini non capiscono che è per la salute della collettività solo a parole passi ai fatti, multe a tappeto ed inviti tutti (come fanno moltissimi qui al nord) a fare spesa online o prenotare per telefono fate di tutto per evitare contatti”, dice l’infermiera cilentana al sindaco Spinelli.

“Non capisco come non vi spaventiate a vedere le immagini che vi arrivano qui dal nord, nell’ospedale dove lavoro sono terminati i posti ed è diventato un ospedale tutto covid, state a casa se non volete morire perché vi assicuro che si muore, se arriva al sud come è arrivato qua non fate in tempo a contare le bare”, conclude.

Tags
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it