Montella PrismArredo
CilentoIn Primo PianoPolitica

Eletta in Cilento e Diano: che fine ha fatto Marzia Ferraioli? Le accuse di Marsicano

"La miracolata del Cilento è svanita nel nulla il giorno dopo le elezioni!"

L’onorevole Marzia Ferraioli, sostenuta dai partiti di centro – destra, è stata eletta alla Camera nel collegio uninominale di Agropoli con 45307 voti, pari al 34,61% delle preferenze.

E’ riuscita a superare Alessia D’Alessandro, candidata dei 5 Stelle e soprattutto il favoritissimo delle scorse politiche, ovvero l’ex sindaco di Agropoli Franco Alfieri, fermo 26,56% dei voti (34782).

La figura di Marzia Ferraioli, prima e dopo il voto, da molti era vista con delle perplessità. Nonostante fosse candidata in un collegio che abbraccia il comprensorio del Cilento e Vallo di Diano, è originaria di Pagani e vive tra Vietri sul Mare e Roma. Ciò, secondo i critici, le avrebbe impedito di ascoltare e conoscere le reali istanze del territorio in cui era stata eletta. A gettare ombre sulla figura della deputata anche l’avvocato cilentano Nanni Marsicano, fuoriuscito da Fratelli d’Italia ed ora vicino alla Lega.

“Chi l’ha vista?”, si chiede. “La miracolata del Cilento è svanita nel nulla il giorno dopo le elezioni! Non è tornata neanche per venire a prendersi un po’ di tintarella sulle nostre coste, figuriamoci se ha fatto mai sentire la sua voce in difesa della nostra Terra martoriata da Alfieri, De Luca e compagni”.

“I Cilentani, traditi per l’ennesima volta da Forza Italia, sono rassegnati, ma non rincoglioniti”, dice senza mezze misure l’avvocato di Pisciotta.

Tags

Ti potrebbero interessare

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it