Affare Fatto
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Camerota, vicesindaco Calicchio svela: al momento dell’insediamento comune invaso da telecamere e microfoni

Erano state posizionate per attività di indagine

CAMEORTA. E’ trascorso un anno e mezzo da quando si è insediata l’amministrazione Scarpitta. Era il giugno del 2017 ed ora il vicesindaco ed assessore, Francesco Calicchio, svela un particolare retroscena: quando la nuova squadra di governo è entrata a palazzo di città ha trovato all’interno dell’edificio telecamere e microfoni posizionati con ogni probabilità dalle forze dell’ordine per attività d’indagine.

“Al momento dell’insediamento a Camerota, ci siamo trovati difronte questa scena – rivela Calicchio – Il Comune era “invaso” da telecamere e microfoni installati dai Carabinieri.

Certamente non erano lì per i consiglieri eletti nella lista Terradamare. Vivevano al Grande Fratello Camerotano e probabilmente, consapevoli di esserne gli attori protagonisti, hanno messo in scena una fuga organizzata”. Era il marzo 2017, infatti, quando il sindaco Antonio Romano fu costretto a lasciare l’incarico dopo la sfiducia da parte di componenti della sua stessa squadra, cosa che ha poi portato prima alla nomina di un commissario e poi alle elezioni vinte dall’attuale sindaco Mario Scarpitta.

“Camerota ha vissuto anni difficili, in cui il Comune è stato utilizzato come mucca da mungere e l’interesse pubblico è stato sempre subordinato a quello privato”, dice Calicchio che poi lancia un monito ai cittadini: “Sta a voi non dare più credito a chi ha già ridotto alla fame il nostro territorio”.

Tags

Un commento

  1. Meraviglia il rumore che fanno telecamere e microfoni. Se io agisco rispettando la legge che paura mi fanno, se non mi ubriaco che mi facciano pure l’alcol test, se non mi drogo che mi facciano pure il controllo sull’assunzione di stupefacenti. E’ davvero singolare la meraviglia!!!!
    Li mettessero in tutti gli uffici pubblici italiani, altro che meraviglia è un caso da emulare.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito