Tolomeo
Sport

Sitting Volley: lo sport paralimpico sta prendedo piede nel Cilento

Nell'A.S.D. Tusciano presenti quattro atleti cilentani

Il sitting volley è una disciplina paralimpica pallavolistica dedicata a persona con disabilità di tipo fisico. Questo sport è praticato stando seduti a terra, muovendosi e spostandosi sulla superficie di gioco con l’utilizzo della braccia, su un campo dalle dimensioni di 6 per 10 metri lineari, diviso da una reta alta 105 cm per le donne e 115 per gli uomini. La squadra di Sitting Volley nasce a gennaio del 2016 su iniziativa di Maria Denza, impegnata in questa disciplina già dal luglio del 2015 con la Nazionale Italiana Femminile, e Teodoro Cicatelli: i due hanno unito un gruppo di atleti, dapprima con l’A.P.D. Incroci Pontecagnano e successivamente con l’A.S.D. Tusciano Volley.

Il gruppo si è arricchito di persone con disabilità che, venute a conoscenza delle realtà sportiva, hanno cominciato ad appassionarsi a questa disciplina partecipando assiduamente al progetto: oggi sono circa 20 gli atleti, normodotati e disabili, di sesso ed età diverse, tra questi ci sono Luigi Di Santi, di Agropoli, Michele Fiscina, di Caselle in Pittari, Marika Babbone e Federica Ferrara, di Roccadaspide.

L’ obbiettivo principale di questa squadra, prima ed unica al momento della provincia di Salerno, è ovviamente l’inclusione sociale e il dimostrare alle persone con disabilità che la vita non finisce nel momento in cui il destina la cambia, ma può continuare e arricchirsi con nuove esperienze di vita, oltre che a trasmettere alle persone i valori dell’amicizia del confronto che solo lo sport può dare.

Dal punto di vista sportivo la squadra di sitting ha partecipato, vincendo, al primo Campionato Open Misto Regionale, oltre a numerose manifestazioni/esibizioni in giro per la Campania e per l’Italia, in cui ha portato come messaggio principale l’inclusione, la gioia e la carica agonistica di questo sport.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare