Tolomeo
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Agropoli, nuovo incontro per l’apertura del distaccamento dei vigili del fuoco

Ieri ad Agropoli il comandante provinciale De Acutis

AGROPOLI. Procede l’iter per avere un distaccamento dei vigili del fuoco in città entro la stagione estiva. Ieri il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, ha incontrato Adriano De Acutis, Comandante Provinciale di Salerno. L’incontro è servito per definire i prossimi passi per l’attivazione del presidio, già discussi la scorsa settimana con Calogero Lacagnina, coordinatore regionale Usb.

Comune e comandante Provinciale dovranno indirizzare una nota al Ministero dell’Interno il quale dovrà prevedere la definitiva attivazione del presidio, aumentando anche il personale per il territorio salernitano. L’Ente, inoltre, dovrà approvare a breve una delibera con la quale prende possesso dell’immobile destinatogli dalla Regione Campania e sito in località Mattine, infine eseguire alcuni lavori di adeguamento della struttura.

Si spera di concludere il procedimento entro la stagione estiva concludendo così un iter era iniziato da tempo, già nel 2014, quando venne avanzata una prima richiesta di attivazione di un presidio dei vigili del fuoco. Un ulteriore passo avanti è stato fatto lo scorso febbraio quando la Regione ha affidato al Comune di Agropoli una struttura per un presidio territoriale di Protezione civile.

Attualmente le sedi dei vigili del fuoco più vicine ad Agropoli e al suo comprensorio di competenza sono quelle di Eboli e Vallo della Lucania. Da qui un’autobotte per raggiungere l’alto Cilento impiega mediamente trenta minuti. Un tempo eccessivo per rispondere alle emergenze. Ma i problemi sono anche di altra natura: da tempo, infatti, i due distaccamenti lamentano l’assenza di personale atto a fronteggiare tutte le richieste d’aiuto. Una situazione vissuta con tutta la sua tragicità la scorsa estate quando nel perimetro del Parco del Cilento sono andati in fumo oltre 25mila ettari di foreste o aree verdi, con la zona di Agropoli, Torchiara, Prignano Cilento, Laureana Cilento e i paesi limitrofi che è risultata quella più martoriata.

Tags

Ti potrebbero interessare