Altavilla Silentina: arriva la carta d’identità elettronica

La nuova tesserà potrà essere richiesta dal 12 marzo

Anche il Comune di Altavilla Silentina – dopo Roccadaspide e Vallo Della Lucania – doterà i propri cittadini della carta d’identità elettronica (C.I.E.).

A partire dal 12 marzo, infatti, verranno gradualmente rilasciate le nuove C.I.E., a sostituzione delle vecchie tessere cartacee che, in casi straordinari, potranno ancora essere emesse: in una condizione di evidente urgenza per  motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi e gare pubbliche , oppure per gli iscritti all’AIRE.

Queste le tariffe per richiedere la nuova C.I.E.:

  • in caso di primo rilascio, deterioramento o furto: 22.20 euro;
  • in smarrimento: 27.30 euro.

Oltre al pagamento in contanti, il Comune prevede la possibilità di utilizzare metodi alternativi e più sicuri, come  il bollettino di conto corrente postale, o i versamenti diretti presso la Tesoreria Comunale, bonifici bancari o punti convenzionati, così come avviene per il rilascio di altri documenti ( patente, passaporto).

La Carta d’Identità Elettronica è un documento di riconoscimento in policarbonato, valido dieci anni, simile ad una carta di credito, che certifica l’identità della persona e consente di accedere ai servizi telematici messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione. Sulla tessera sono riportati i dati della persona titolare della tessera, che vengono memorizzati anche nel microchip e nella banda ottica presenti sulla carta, per garantire l’inalterabilità dei dati stessi: nome e cognome, data e luogo di nascita; codice fiscale; residenza e cittadinanza; codice numerico del comune; data di rilascio e scadenza; firma digitale del titolare; impronta digitale; fotografia digitalizzata; eventuale indicazione di non validità ai fini dell’espatrio; dati amministrativi del Servizio Sanitario Nazionale.

 

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).
Leggi anche
Close

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!