Capaccio: ancora furti nel centro cittadino

Preso di mira lo stesso palazzo del centro cittadino già protagonista di saccheggi e violazioni

CAPACCIO PAESTUMA Natale, non tutti sono più buoni.

A dimostrarlo, l’ennesimo furto avvenuto in un palazzo del centro cittadino, in via Italia, tristemente conosciuto per essere stato più volte imbrattato e saccheggiato.

Questa volta, all’appello dei condomini mancano alcuni giocattoli: l’allarme è scattato quando la titolare del box a piano terra ha notato che i suoi acquisti erano stati rubati; il ladro, per rimarcare il gesto compiuto, ha lasciato in bella vista la scatola vuota, unendo, al danno, anche la beffa.

All’indignazione della signora, si è unita quella di altri condomini, che hanno visto sparire i giochi comprati per i piccoli di casa. Lo shock e la rabbia sono tanto più violenti perché a essere colpiti, indirettamente, sono stati i bambini: gli acquisti trafugati, infatti, dovevano essere i regali da far scartare a figli e nipotini il giorno di Natale, ma, evidentemente, questo non ha fermato chi ha messo a segno, senza remore, l’ennesimo colpo.

Il palazzo non è nuovo a simili atti: qualche mese fa, comparvero alcune scritte sui muri, nel portone e nelle scale tra il secondo ed il terzo piano. Dei ladri, ancora, rubarono delle borse della spesa poggiate nel box a piano terra. Non rimase illeso neanche il parcheggio, in cui diverse auto furono ritrovate danneggiate: in quel caso, vennero formulati degli esposti da parte dei titolari che si recarono dai carabinieri per sporgere formale denuncia verso ignoti.

La situazione, alla luce dell’ennesimo furto, è diventata insostenibile. I residenti sono esausti e chiedono a gran voce non soltanto maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine, ma anche, e soprattutto, l’installazione di telecamere di sicurezza nella zona del parcheggio, così da controllare anche chi entra e chi esce dal portone e vigilare completamente sulla zona. 

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).