Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Sanità: comitati pro ospedale di Roccadaspide e Agropoli in piazza

Sanità: comitati pro ospedale di Roccadaspide e Agropoli in piazza

Domani una manifestazione di protesta

Domani una manifestazione di protesta

Innumerevoli chiusure di servizi e carenze di personale che allungano le liste di attesa delle prestazioni sanitarie che narrano di una qualità dei servizi scadenti ed approssimativi, hanno indotto numerose associazioni ebolitane ed i Comitati di Roccadaspide ed Agropoli a scendere in campo giorno 19 febbraio alle ore 17.00 per effettuare una fiaccolata di protesta in programma ad Eboli.

La promessa fatta dal D.G. Giordano al Comitato per la salute pubblica di attivare una Pediatria H 12 allocata presso il Presidio Ospedaliero di Eboli e la promessa di posizionare una autoambulanza di tipo “A” di rianimazione presso il Presidio Ospedaliero di Roccadaspide sono venute meno e questo irrita ancora di più gli animi.

La Presidente del Comitato per la salute pubblica della Valle del Sele e Val calore, Rosa Adelizzi, nel rimarcare che pende al TAR un ennesimo ricorso con richiesta di sospensiva che verrà depositato in questi giorni esclama: “Si sta giocando come il gatto con il topo, si promette il falso per poi subito dopo attivare i tagli ai servizi. Noi non cederemo ed andremo avanti fino alla fine, alzando il tiro se occorrerà. Giorno 19 febbraio saranno con noi Associazioni, Comitati e gente comune per protestare e chiedere più servizi e più qualità anche a supporto di migliaia di operatori sanitari e volontari oramai allo stremo. Basta giocare con la salute della gente!”

Dello stesso parere sono i responsabili delle varie associazioni costituenti il Comitato: Enzo Fornataro, Mario Nicotera, Cosimo Altieri, Sofia Masillo, Dina Balsamo e Leonilde Petrillo che all’unisono esclamano un secco no ai tagli ingiusti perpetrati alle spalle dei cittadini dell’area della Valle del Sele e del Calore ed invitano la popolazione ad essere presente alla manifestazione pubblica del 19 per rendere tale manifestazione la più importante degli ultimi anni e per far sentire a questa Regione ed a questo Governo la voce dei cittadini.

Anche il segretario della FISI / FIALS , Rolando Scotillo, è molto critico sull’atto aziendale e sul Piano Ospedaliero: “Con l’attivazione di questo piano conteremo, come abbiamo già contato, più morti associati ad episodi di malasanità intesa come mala gestione e disorganizzazione, un esempio di ciò è la attuale predisposizione della rete IMA ( Infarto Miocardico Acuto) sul territorio della Valle del Sele e del Calore che non garantisce adeguati livelli di assistenza ai pazienti con infarto.”

Alla manifestazione sono stati invitati i Sindaci dell’area della Valle del Sele e Val Calore a cui è stato chiesto di essere presenti ufficialmente con gonfalone cittadino e fascia tricolore a tutela del diritto alla salute per l’equità dei trattamenti nell’area della Valle del Sele compromessi dal novello Piano Ospedaliero regionale (Decreto n 33) e dall’atto aziendale ASL SALERNO attuativo del Piano Ospedaliero. Sono state, infine, predisposte 500 fiaccole per i partecipanti e numerosi striscioni. Alla Manifestazione sono state invitate anche le associazioni di volontariato e la rappresentanza RSU della ASL di SALERNO. Invitati anche tutti i gruppi politici dell’arco costituzionale.

Altri contenuti

Top