Agropoli, l'opposizione accusa: bilanci salvi con l'autovelox illegittimo - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Homepage

Agropoli, l’opposizione accusa: bilanci salvi con l’autovelox illegittimo

autovelox_cartello

Continuano le polemiche sull’autovelox di Agropoli, ribattezzato l’autovelox “dalle uova d’oro”.

Agropoli, l’opposizione accusa: bilanci salvi con l’autovelox illegittimo

Continuano le polemiche sull’autovelox di Agropoli, ribattezzato l’autovelox “dalle uova d’oro”.

Continuano le polemiche sull’autovelox installato tra gli svincoli Agropoli Nord e Sud della Cilentana. Ad alzare i toni questa volta è il consigliere comunale d’opposizione Agostino Abate, secondo il quale la questione relativa allo strumento per il controllo della velocità rischia di incidere anche sui conti dell’ente. Nell’ultimo consiglio comunale, infatti, è stata approvata una variazione al bilancio annuale di previsione prevedendo un’entrata di quasi quattro milioni di euro per i verbali dell’autovelox ancora in corso di spedizione agli utenti. «Durante la seduta – spiega Abate – Ho fatto notare che era azzardato aver fatto una tale previsione di entrata sulla scorta di multe in fase di spedizione così come era azzardato procedere alla variazione di bilancio sulla scorta di una tale previsione. L’assessore ha confermato la bontà della previsione ed il Consiglio ha approvato».

«Facendo due conti elementari – dice Abate – viene rilevato che l’ Autovelox è entrato in funzione dal 31 luglio 2015 e, quindi, fino alla data dell’accertamento effettuato dalla polizia locale di Agropoli e cioè 21 settembre 2015 , sono trascorsi 51 giorni. Se in 51 giorni l’autovelox ha incassato ben 3.750.000,00 € , significa che lo stesso incassa mediamente ben 73.529,41 € al giorno ovvero ben 3.063,72 € all’ora». «E’ proprio un autovelox dalle uova d’oro – esclama il consigliere comunale – Specie se si pensa che in questo modo il Comune di Agropoli risolverà tutti i suoi problemi strutturali di bilancio in poco tempo e ciò nonostante sia già legge dello Stato che a partire dal 1 gennaio 2015 i comuni devono adottare a regime il principio della competenza potenziata e cioè conoscere i debiti effettivi, evitare l’accertamento di entrate future e di impegni inesistenti, rafforzare la programmazione di bilancio, avvicinare la competenza finanziaria a quella economica».

«Evviva la proroga dell’adozione della contabilità economico-patrimoniale e del bilancio consolidato – conclude Agostino Abate – così Noi continueremo ad applicare la contabilità finanziaria e ci permetteremo di fare anche previsioni di entrata in bilancio di ben 3.063,72 € l’ora , grazie all’autovelox che continua ad essere illegittimo».

Top
Ti suggeriamo di leggere Homepage, Politica
vigili_urbani
Multano i politici, vigili urbani «puniti»

carabinieri_arresto
Omicidio colposo e furto aggravato: due arresti dei carabinieri

stadio_guariglia_tifosi
Calcio, serie D: l’Agropoli cerca casa. Campo neutro contro il Siracusa

Chiudi