Clamoroso ad Agropoli: fischiato Franco Alfieri

Sale la tensione ad Agropoli nelle ore finali della campagna elettorale. Per la prima volta gli esponenti del Pd, e in particolare il sindaco Franco Alfieri, sono stati contestati a più riprese da una parte della piazza. 

Il primo cittadino di Capaccio Paestum era salito sul palco per sostenere la candidatura di Roberto Mutalipassi. Durante il suo intervento, però, le sue parole hanno ricevuto i fischi e i “buu” di una parte del pubblico, mentre un’altra fetta dei presenti ha tentato di coprire i contestatori con gli applausi. 

Potete fischiare quanti volete e continuerete a fischiare. Peccato che non ci siano le pecore”, ha replicato stizzito Alfieri che poi ha risposto alle accuse degli altri candidati, ricordato il lavoro fatto negli anni precedenti e riassunto le opere in programma.

Da dopodomani tutto questo sarà passato e continuerete a smanettare sui computer e sui cellulari. Noi faremo grandi cose ancora una volta”,  ha chiosato Alfieri.

Dopo di lui sul palco è salito il candidato sindaco Mutalipassi con il quale la piazza si è rivelata più clemente, ma ormai l’attenzione era tutta su quanto accaduto prima.

L’episodio di questa sera ha rappresentato un caso singolare, mai accaduto nelle precedenti campagne elettorali. Si tratta di un reale malumore o di semplici proteste dei sostenitori degli altri gruppi politici?

CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

3 commenti

  1. Questo é segno che i cittadini ,o comunque la maggior parte, di Agropoli si sono resi conto ,finalmente di che pasta é fatto questo personaggio disceso dalla montagna di Torchiara e dove ,quanto prima deve tornare e tornerà.

  2. Non vorrei sbagliare, ma mi è parso di capire che non ha gradito i fischi. Dopo che ha calpestato una intera comunità con le sue “illuminate” e incontestabili decisioni cosa si aspettava?????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente