Pegaso Agropoli
Pegaso Agropoli

Palinuro, colto da un crampo in mare: salvato 12enne

Altri articoli
Sergio Pinto
Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.

CENTOLA. Importante intervento di salvataggio questa mattina in località Saline, sul litorale di Palinuro. Un ragazzino di 12 anni, mentre faceva il bagno, ha avvertito un crampo. In preda a lancinanti dolori non riusciva più a tenersi a galla.

Provvidenziale l’intervento del bagnino del Lido Le Conchiglie, Ernesto Enrique Keller, originario dell’Argentina, che si immediatamente accorto di quanto stava accadendo. Così si è tuffato velocemente ed ha eseguito il salvataggio, aiutato anche da altro personale di salvamento presente sul litorale.

Una volta a riva il ragazzino si è subito ripreso e capita l’importanza del lavoro svolto dai bagnini ha confidato al suo salvatore di voler intraprendere la medesima attività appena l’età glielo consentirà. “Da oggi il bagnino sarà per noi un angelo”, ha detto la nonna del giovane.

Sergio Pinto
Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.
[the_ad_group id="149788"]
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Ti potrebbero interessare: