Hotel Royal Paestum
Sport

Serie B: pari tra Cremonese e Salernitana

Gara decisa in pochi minuti, i granata falliscono un rigore

In serata, alle ore 20.30, è tornato in scena il grosso, nel turno infrasettimanale, del campionato cadetto. La Salernitana, reduce dal pari col Cesena, ha giocato nella trentaseiesima giornata in trasferta: i granata, che prima del fischio iniziale stazionano a metà classifica, sono stati impegnati sul campo della Cremonese, a più quattro sulla zona play-out. In graduatoria i lombardi, guidati da Attilio Tesser, con i loro quarantadue punti, sono una lunghezza dietro ai salernitani. Il match, in programma allo stadio “Giovanni Zini”, è stato diretto dal signor Antonello Balice, classe ’84, appartenente alla sezione di Termoli. Colantuono, tecnico dei granata, conferma il 4-3-3. Tra i pali presente Radunovic, in difesa Casasola e Popescu sono i terzini, Tuia e Monaco i centrali. Ricci agisce in cabina di regia con Odjer e Zito ai lati, davanti Rosina e Kiyine supportano Bocalon unica punta.

La gara
I granata partono bene cercando fortuna sulle corsie esterne, sia Casasola che Popescu accompagnano spesso le sortite offensive campane. La prima conclusione del match la opera Zito, il tiro del mancino si perde alto sulla traversa.
I padroni di casa si rendono pericolosi, invece, con Piccolo in due circostanze: Radunovic è attento e fa buona guardia.
Al ventunesimo esce Zito, per problemi fisici, che lascia spazio, in mediana, a Minala. Poco prima della mezz’ora arriva il vantaggio ospite: Minala gira in rete la deviazione di Monaco arrivata sugli sviluppi di corner.
La gara si accende: al minuto trentatré la Cremonese pareggia con, un difensore, Canini, che di testa gonfia la rete avversaria. Dopo due giri di lancette rigore in favore degli ospiti: Rosina viene toccato in modo duro nei sedici metri,
sul dischetto si presenta Kiyine , il jolly si fa deviare da Ujkani, portiere dei lombardi, il rigore, sulla respinta Bocalon prende l’incrocio dei pali fallendo cosi il due ad uno.

Nella seconda frazione gli ospiti partono bene: ancora Kiyine cerca di beffare, senza esito, l’estremo difensore grigiorosso.
I locali cercano la via della rete con Scamacca, al decimo, e Piccolo al ventitreesimo, nel mezzo Rossi rileva Bocalon, al minuto diciotto.
A metà frazione Ricci pretende troppo dal suo tiro, poi Popescu lascia in dieci, beccandosi il rosso ad un quarto d’ora dal termine, la Salernitana. Il terzo cambio operato da Colantuono prevede l’ingresso di Vitale, che prende il posto del giocatore espulso, per Kiyine.
Gli ultimi minuti vedono la Cremonese alla ricerca dei tre punti e gli avversari arroccati nella difesa del risultato. Nei cinque minuti di recupero succede ben poco. Cremonese e Salernitana si dividono così la posta in palio.

Tags

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare