Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Centrale Terna, sindaco chiede aiuto al presidente del Parco

Centrale Terna, sindaco chiede aiuto al presidente del Parco

Il problema non può limitarsi ai confini geografici di Montesano

Centrale Terna, sindaco chiede aiuto al presidente del Parco

Il problema non può limitarsi ai confini geografici di Montesano

MONTESANO SULLA MARCELLANA. Il sindaco Giuseppe Rinaldi ha inoltrato lettera al Presidente del Parco nazionale Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, l’amico Tommaso Pellegrino, per chiedere, come già accaduto in passato, una sua mano nella battaglia contro Terna.

“Il problema che ci riguarda non può limitarsi ai confini geografici di Montesano ma deve interessare tutto il Vallo di Diano e tutta l’area del Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano ed Alburni essendo un’opera che contraddice profondamente la pianificazione strategica decisa nei nostri diversi tavoli sovracomunali”, spiega Rinaldi.

“Il Parco, per le sue precipue competenze, può svolgere in questa fase un ruolo amministrativo e politico rilevante, in piena coerenza con quanto già da esso deliberato in sede di Consiglio di Amministrazione del 24.11.2016 e con le Osservazioni-Opposizione al Piano di Sviluppo della RTN 2013-2014-2015 da parte di Terna del 7.11.2016 – prosegue nella missiva – Atti chiari, precisi, importanti per rimarcare la prioritaria salvaguardia dell’ambiente e del benessere delle nostre comunità rispetto ad opere altamente impattanti e dannose. Nello specifico, il Parco, tra i vari suoi strumenti, possiede l’art.32 della Legge quadro sulle Aree naturali protette che evidenzia come, essendo Montesano area contigua del Parco, occorre intervenire per assicurare la conservazione dei valori delle aree protette stesse. A ciò, si aggiunge il DPGR della Campania del 26.03.2001 n.516 recante il “Regolamento delle aree contigue del Parco Nazionale Cilento e Vallo di Diano”, in particolar modo l’art.6 “Nell’intero perimetro delle aree contigue sono assoggettati a VIA i progetti di cui agli allegati A e B del DPR 12.04.1996, con soglie dimensionali ridotte del 50%”.
Ragioni tecniche-amministrative che affiancate a quelle politiche già deliberate, possono fungere da rilevantissima osservazione al nuovo progetto presentato da Terna al Ministero dell’Ambiente ai fini dell’istanza dell’assoggettabilità a VIA”.

“Detto ciò – conclude Rinaldi – ho chiesto a Tommaso Pellegrino di rappresentare ai tuoi organi esecutivi l’intenzione che l’Ente Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano ed Alburni partecipi al procedimento di osservazioni in merito alla nuova richiesta proposta da Terna al Ministero Ambiente di istanza di assoggettabilità a VIA nazionale”

Commenti

Clicca qui per commentare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri contenuti

Top