Associazione “sfrattata” dalla biblioteca di cui è affidataria: cambiata la serratura d’ingresso

Scoppia la polemica: “grave affronto verso chi ha consentito ai cittadini di usufruire della biblioteca”

VALLO DELLA LUCANIA. Il comune cambia le serrature d’ingresso alla biblioteca senza informare l’associazione che ha la stessa in affidamento. E’ quanto denunciato dall’ASPASIA che da oltre 10 anni (26 ottobre 2007) gestisce la biblioteca comunale.

Di recente, nonostante ufficialmente non vi sia stata alcuna revoca dell’affidamento, qualcosa è cambiato. Lo scorso 21 febbraio, quando la presidente dell’associazione Caterina Mastrogiovanni e le associate Nunzia Stifano, Piera Nicoletti e Carmela Rizzo si sono presentati all’ingresso dei locali, hanno scoperto che la serratura del portone d’accesso era stata cambiata, pertanto l’ingresso è risultato impossibile.

“L’iniziativa di impedire l’accesso all’associazione che ne garantisce gratuitamente il servizio – fanno sapere dall’ASPASIA – costituisce un grave affronto verso chi ha consentito ai cittadini di Vallo della Lucania di usufruire della propria biblioteca comunale”. Sul caso, attraverso una nota inviata al sindaco Antonio Aloia, al capogruppo del Pd Nicola Botti e del M5S Pietro Miraldi, sono stati chiesti chiarimenti. L’associazione ha anche informato l’ente che vista la situazione non si riterrà più responsabile di quanto dovesse accadere nei locali comunali.

Sul caso è stata già presentata un’interrogazione da parte dei consiglieri comunali di minoranza Botti e Serra.

CONTINUA A LEGGERE

Sergio Pinto

Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.

Sostieni l'informazione indipendente