Filtro d’aria: perchè è fondamentale

Un’auto senza filtro d’aria è sicuramente una delle parti fondamentali della vettura, infatti serve fa parte dell’impianto di aspirazione dell’auto e serve per filtrare e pulire l’aria che viene dall’esterno e si incanala in quella che viene chiamata valvola a scoppio. E’ fondamentale che arrivi aria pulita nel motore infatti avere un filtro d’aria sempre efficente è possibile anche grazie alla proposta che si trova qui. L’aria filtrata per bene rende il funzionamento della vettura migliore.  Non tutti sanno che se l’aria non viene filtrata il motore dell’auto si consuma prima. Un grave danno economico per cui conviene tenere sempre in perfetta efficienza il filtro.

Come leggiamo in questo interessante articolo esistono diversi tipi di filtro.

Filtro d’aria: quanti ne esistono

Spesso quando si guarda la fattura del lavoro del meccanico si pensa: ma quanti filtri d’aria esistono? Niente di più semplice! Sono di due tipi: i filtri aria per il motore e quelli per l’abitacolo. I primi puliscono l’aria che entra nel motore, gli altri filtrano l’aria che entra all’interno del veicolo, neutralizzando particelle contaminanti e cattivi odori. Sono due filtri con due caratteristiche tecniche completamente differenti.  A comporre il filtro d’aria  sono materiali fibrosi o porosi, infatti, come sappiamo il filtro deve intrappolare  batteri, polline, polvere e sabbia. In commercio se ne trovano parecchi i più noti sono il filtro in carta che è  presente, con piccole differenze, su quasi tutte le autovetture civili in circolazione mentre il filtro in cotone o stoffa è quello più utilizzato sulle autovetture di tipo sportivo, dove le performance del motore sono indispensabili. La funziona è la stessa, cambia solo il prodotto filtrante.

Tutto ciò che devi sapere

Sebbene possa sembrare strano il costo del filtro aria è molto accessibile: il costo è intorno alle 20 euro, lo si può persino cambiare da soli o affidarsi al meccanico di fiducia. La manutenzione è fondamentale, infatti si deve sempre tenere in mente e segnare il chilometraggio di ogni filtro, gli esperti da noi intervistati ci dicono che in  media gli intervalli per la sostituzione dei filtri può essere così riassunta :

  • Filtri aria motore – ogni 25 000 km;
  • Filtri aria abitacolo – 15 000/25 000 km; oppure dopo 6.000/7.000 KM in zone molto sabbiose.

Nonostante in molti lo pensano è bene sapere che provare a pulire il filtro d’aria è sbagliato.  Gli esperti dicono che il filtro di carta potrebbe rompersi o deteriorarsi ancora di più smettendo dunque di funzionare.

Il filtro dell’abitacolo è differente, serve come possiamo immaginare, a tenere pulita l’aria dell’abitacolo. In genere tutti lo conoscono come “filtro antipolline”,  questo, come abbiamo già detto è capace di bloccare spore, pollini, batteri, muffe, residui d’olio e di freni, e le sostanze nocive che provengono dal motore e dai gas di scarico; ad oggi i meccanici suggeriscono  quello ai carboni attivi che oltre ad essere simile al filtro antipolline non lascia passare i cattivi odori dunque rende persino l’aria dell’abitacolo migliore.

Fonti:

https://www.tuttoautoricambi.it/pezzi-di-ricambio/filtro-aria.html

CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Sostieni l'informazione indipendente