Terme Cappetta
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Camerota, Amatruda: contrario alle misure cautelari

"I processi si affrontano da uomini liberi"

“Sull’inchiesta di Camerota vinca il garantismo. Il clima di caccia alle streghe e la tendenza di chi vuole anticipare giudizi di colpevolezze vanno respinti”. Così il giornalista professionista Gaetano Amatruda, esponete di Forza Italia a livello provinciale.

“Bisognerà attendere tutti i gradi di giudizio. L’auspicio, adesso, è che la magistratura possa fare il suo corso in serenità ed in tempi rapidi. Sullo sfondo resta – aggiunge Amatruda- un uso non condivisibile, dal punto di vista culturale, delle misure cautelari. I processi si affrontano da uomini liberi”.

“In questa direzione esprimo vicinanza ad Antonio Romano, amico e persona perbene. Sono certo, lui come tutti e fra questi Ciro ed Antonio Troccoli che ho avuto modo di conoscere, riusciranno a dimostrate l’estraneità ai fatti contestati” conclude Amatruda. 

Tags

2 commenti

  1. Se abbiamo un debito di oltre duemila euro, vuol dire che qualcuno li ha fatto. E nella grande parte lo hanno fatto i comuni. Le cesoie politiche lo hanno riconosciuto e ammassati da oltre 50 anni. Vogliamo continuare sulla stessa strada. Credo che nei conti pubblici non ci debbano essere garanzie, ma responsabilità garantite col proprio patrimonio. I danni alla fine non devono pagarli i cittadini. È il caso di attendere per sapere quanti danni sono stati fatti.

  2. Le indagini,le restrizioni della liberta’ personale ed I process I non si fanno a scopo “culturale” ma in base a rilievi oggettivi e conseguenti capi di imputazione,che ricordo sono ben trentotto ; come al solito il garantismo va bene per gli amici a prescindere…

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito