Il museo di Paestum apre i suoi depositi ai visitatori - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

Il museo di Paestum apre i suoi depositi ai visitatori

museo_paestum

Al via “I venerdì dei depositi”. Sarà possibile vedere opere mai viste prima.

Il museo di Paestum apre i suoi depositi ai visitatori

Al via “I venerdì dei depositi”. Sarà possibile vedere opere mai viste prima.

Tutti i venerdì, a partire dal 15 aprile, il Museo Archeologico Nazionale di Paestum apre i depositi ai visitatori, un’occasione unica per accedere nel cuore del Museo dove si conservano opere mai esposte al pubblico come le lastre dipinte di età lucana.
I “venerdì dei depositi” sono in una prima fase sperimentale programmati fino al 17 giugno. L’iniziativa è pensata come un ampliamento dell’offerta regolare, alla quale possono partecipare tutti i visitatori muniti di biglietto del Parco Archeologico di Paestum.
Nel deposito, si possono vedere centinaia di tombe dipinte di IV e III sec. a.C. “E’ un patrimonio unico, caratteristico di Paestum – spiega di direttore Gabriel Zuchtriegel – . Come osservò Mario Napoli, lo scopritore della Tomba del Tuffatore, le lastre di età lucana, strettamente parlando, non sono né lucane né greche, ma espressione di una cultura mista, ibrida, di contatti interculturali. Quindi un fenomeno che oggi ci può dire molto.”
La partecipazione all’evento è gratuita e per un massimo di 25 visitatori (per ogni turno) muniti di regolare biglietto di ingresso al Parco Archeologico. L’appuntamento è alla biglietteria del Museo alle ore 11:00 e alle ore 14:00. La visita, che sarà a cura degli assistenti alla fruizione e dei restauratori del Museo, durerà 40 min.

La prenotazione è consigliata e può essere effettuata chiamando il numero di telefono 0828 811023 oppure scrivendo a [email protected]

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità
san rufo veduta
L’amministrazione rinuncia alle indennità per finalità sociali

nicola_cammarano
Rofrano, iniziato il processo Cammarano

protesta_ergon1
Operai Ergon bloccano l’uscita della A3. “Ridateci i nostri soldi”

Chiudi