La proposta: non puoi pagare le tasse? "Taglia l'erba nelle aiuole" - Info Cilento
Casa San Pio
Spazio Disponibile
Scuola Nuova
Attualità

La proposta: non puoi pagare le tasse? “Taglia l’erba nelle aiuole”

La crisi economica non risparmia i cittadini che spesso hanno difficoltà a pagare le tasse, sempre più onerose. E allora… perché non pagare le imposte comunali direttamente con il proprio lavoro?

La proposta: non puoi pagare le tasse? “Taglia l’erba nelle aiuole”

La crisi economica non risparmia i cittadini che spesso hanno difficoltà a pagare le tasse, sempre più onerose. E allora… perché non pagare le imposte comunali direttamente con il proprio lavoro?


Il Movimento 5 Stelle del Vallo di Diano propone, attraverso una proposta da discutere in Consiglio Comunale, di istituire a Sala Consilina il cosiddetto “Baratto Amministrativo”.

Il concetto è semplice: scambiare la propria manodopera con le tasse da pagare. Inn altre parole sarà possibile barattare i debiti col Fisco mettendosi a disposizione del proprio Comune di appartenenza effettuando lavori socialmente utili. Una misura introdotta a novembre dallo Sblocca Italia, attualmente allo studio da parte di vari comuni.
Pulizia, abbellimento delle aree verdi, di piazze e strade ma anche manutenzione. E ancora recupero di aree e beni immobili inutilizzati. Rendere più belle e pulite le propri città diventerebbe più facile, garantendo anche a chi ha difficoltà di far quadrare i conti e di mettersi a posto col fisco, non pagando le tasse. Una mano lava l’altra, visto che anche le amministrazioni spesso ha difficoltà ad eseguire la manutenzione ordinaria e altri interventi sul territorio.
Un sistema che farebbe contento chi, magari essendo disoccupato, ha tempo a disposizione e debiti insoluti. Le tasse dovute, in questo caso, sarebbero trasformate in ore da dedicare alle attività in favore della comunità.

Ti suggeriamo di leggere

Top
Altro... Attualità, In Primo Piano
Agropoli: una t-shirt per promuovere il territorio

Capaccio, non è d’accordo sulla scelta dell’ospedale e blocca l’ambulanza

Dramma sanità nel Cilento: odissea per dei punti di sutura

Chiudi