Radiazioni dagli impianti sul Monte Stella, Castiello: nesso con aumento tumori?

«La percentuale di tumori negli animali domestici allevati nell’area del Monte Stella è superiore alla media»

SESSA CILENTO. «È da tempo che denunciamo inquietanti anomalie che abbiamo portato all’attenzione delle autorità inquirenti. Finalmente sono state disposte approfondite indagini da parte della Procura della Repubblica che ringraziamo vivamente per l’attenzione riservata a questi importanti problemi».

Così il senatore del Movimento 5 Stelle Francesco Castiello commenta la notizia dell’avvio di una indagine sugli impianti radio presenti sulla vetta del Monte Stella. Sarebbe infatti emerso un superamento della soglia di onde radio emesse rispetto ai valori prescritti dalle norme (leggi qui)

«Da più anni abbiamo rivelato un dato preoccupante: un noto veterinario ci ha comunicato che la percentuale di tumori presso animali domestici allevati nei paesi dell’area del Monte Stella è sensibilmente superiore a quella degli animali allevati nei paesi più lontani da tale area», ricorda il senatore.

«Auspichiamo che la Procura della Repubblica, con la collaborazione delle autorità sanitarie, vada in fondo e che le indagini siano svolte con l’atteso rigore», conclude.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.