Viabilità al collasso per le piogge: Bellosguardo chiede lo stato di calamità

Danni alle strade causati dalle piogge cadute tra il 20 e il 22 dicembre

BELLOSGUARDO. Maltempo e danni, non soltanto nei comuni della costa, ma anche in quelli dell’interno. Tra questi c’è Bellosguardo che con i temporali dei giorni 20, 21 e 22 dicembre ha subito non pochi danni. Ecco perché ora l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Parente, corre ai ripari. La giunta comunale ha deciso di richiedere il riconoscimento dello stato di calamità naturale per il territorio comunale.

“Questo Comune – spiegano da palazzo di città – è stato colpito da fenomeni piovosi di rilevante intensità con condizioni meteorologiche avverse su tutto il territorio di competenza”. Le criticità non sono mancate: oltre al pericolo per la pubblica e privata incolumità, infatti, le piogge hanno provocato “ingenti danni sull’intero territorio comunale e, in particolare, alla viabilità rurale ed interpoderale, compromettendone per buona parte la percorribilità”.

Di fatto si sono registrati problemi che hanno aggravato una situazione viaria già precaria, in particolare sulle strade comunali Malandrano e Porcile e sulle interpoderali Fornari, Visciglina, Valle e Campi. Ecco perché l’amministrazione comunale di Bellosguardo spera in un aiuto dalle autorità sovracomunali.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.