Caggiano: nuove manovre per garantire servizi ai disabili

Il Centro Sociale Polivalente Diurno ” Il Colibrì” e il Piano Sociale di Zona Ambito S10 insieme per realizzare servizi semi residenziali per disabili

Nuove misure in atto, nel Comune di Caggiano, per continuare a garantire i servizi necessari alla popolazione diversamente abile.

Lo chiarisce il sindaco, Giovanni Caggiano, che sottolinea la necessità di affidare, in via provvisoria e temporanea, la gestione del Centro Diurno ” Il Colibrì” al Piano Sociale di Zona ( PdZ), a titolo gratuito. 

Il Centro, sito in località Calabri, offre prestazioni e realizza interventi integrati di tipo assistenziale e socio educativi tenendo conto del ” Regolamento dei Centri Sociali Polifunzionali per persone disabili”; in seguito alle disposizioni Comunali, l’immobile in cui sorge ” Il Colibrì” è stato destinato all’attuazione dei servizi di sostengo e assistenza in accordo con il PdZ S10, che dovrà rendersi disponibile e garantire una consequenzialità di lavoro e supporto ai disabili.

L’immobile, dunque, sarà assegnato a titolo gratuito al Piano di Zona Ambito S10, al fine di garantire la realizzazione e la continuazione delle attività socio assistenziali previste nell’ambito della programmazione dei servizi semiresidenziali per persone disabili.

I Centri diurni per attività socio – educative per persone disabili sono strutture a carattere semi-residenziale, articolati in spazi multivalenti e caratterizzati da una pluralità di attività e servizi offerti, volti a ridurre i fenomeni di emarginazione e a favorire il sostegno e lo sviluppo dell’autonomia personale e sociale della persona disabile. Tra le attività prevalenti praticate nei Centri quelle culturali, le prestazioni di sostegno psicologico, le attività laboratoriali, formative, aiuto alla persona e assistenza tutelare e di socializzazione.

 

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Antonella Capozzoli

Si laurea nel 2013 in Lettere Moderne e nel 2016 consegue la specialistica in Filologia Moderna col massimo dei voti. Collabora all'organizzazione del Convegno Internazionale Boccaccio Angioino ( 2013) presso l'Università degli studi di Salerno. Pubblica il saggio " Il Decameron, la Fortuna e i mercatanti della seconda giornata" sulla rivista semestrale di letteratura e cultura varia " Misure critiche" ( 2014).