Taglio abusivo di alberi nel Cilento: sequestrati 200 quintali di legna - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Cronaca

Taglio abusivo di alberi nel Cilento: sequestrati 200 quintali di legna

forestale_camerota1

Un uomo è stato denunciato con l’accusa di taglio abusivo di alberi in zona protetta. 200 quintali di legna sono stati posti sotto sequestro.

Taglio abusivo di alberi nel Cilento: sequestrati 200 quintali di legna

Un uomo è stato denunciato con l’accusa di taglio abusivo di alberi in zona protetta. 200 quintali di legna sono stati posti sotto sequestro.

SANZA. Nell’ambito di servizi di vigilanza ambientale e controllo del territorio finalizzati a preservare e difendere il patrimonio boschivo, il personale del Comando Stazione Forestale di Sanza ha scoperto, proprio nel comune di Sanza alla località “Bosco Ciorciari”, un taglio abusivo di piante verdi di alto fusto di cerro per un peso complessivo di circa 115 quintali.

L’area in cui è stato accertato l’illecito è sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale e ricade in zona C2, “zona di protezione” del Piano del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, nonché in zona di protezione speciale (ZPS) ed in area SIC (Sito di interesse Comunitario) sottoposta a vincolo idrogeologico.

Il Comandante della Stazione Forestale di Sanza, libero dal servizio, ha notato un trattore che trasportava materiale legnoso per poi depositarlo a ridosso di un muro di contenimento, impedendone così la visibilità dalle principali vie di comunicazione; al controllo, l’autista ha riferito che il materiale legnoso proveniva da un taglio di un bosco di alto fusto eseguito nel Comune di Rofrano, in località non meglio specificata e a cura di persone non meglio indicate.

Le indagini condotte, effettuando specifici rilievi sul materiale legnoso e le contestuali verifiche in campo, hanno consentito di accertare che il materiale legnoso depositato proveniva da un bosco comunale di alto fusto di cerro fortemente danneggiato mediante il taglio abusivo di piante verdi in ottimo stato fisico-vegetativo.

Infatti, il taglio è stato eseguito in completa assenza di autorizzazione della Comunità Montana competente per territorio , in difformità e in contrasto con quanto stabilito nel nulla osta rilasciato dall’Ente Parco.

Accertato l’abuso, le Giubbe Verdi hanno denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania l’autore del taglio e hanno posto sotto sequestro l’area boscata di circa 1500 mq ed il materiale legnoso tagliato illegalmente.

Top
Ti suggeriamo di leggere Cronaca, Homepage
forestale
Taglio abusivo di alberi: tre persone denunciate

anziani
Nel Cilento un centro per studiare i fondamenti della longevità

nave_palinuro
Approda nel Cilento la nave scuola Palinuro

Chiudi