Agropoli: riceve minacce ma ritira denuncia in cambio di donazione ad un Onlus

La scelta di Giovanni Basile

AGROPOLI. Minacciato telefonicamente, ritira la querela chiedendo in cambio una donazione in favore di una Onlus. E’ l’iniziativa dell’avvocato agropolese Giovanni Basile. Il tutto nasce da una telefonata ricevuta tempo fa: “So dove stai – disse il suo interlocutore – ti butto sotto con la macchina. Ti uccido o ti metto su una sedia a rotelle tutta la vita”.

Sono i rischi della professione e chiesi tutela all’Autorità Giudiziaria – racconta Basile – Il procedimento penale si è concluso subito perché ho rimesso la querela (ritirato la denuncia).
L’ho fatto perché la mia richiesta è stata accolta. La donazione di una somma ad un’associazione presente sul territorio agropolese”.
Destinataria delle risorse l’associazione Orizzonte Onlus che assiste le persone con disabilità.

“Persone speciali che si occupano di persone molto speciali”, osserva Basile. “È stato un modo per trasformare il male in bene. Un modo per far capire la gravità di certe azioni e cercare di rieducare al rispetto reciproco. Soprattutto è stato un modo per affermare un principio a me molto caro: l’atto più disarmante è il perdono. Il perdono è un atto dei forti”, conclude.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Sergio Pinto

Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.