Fiumi di Cilento e Diano in calo. La situazione

Negli ultimi sette giorni sulla Campania si sono registrate precipitazioni sporadiche, concentratesi in montagna e spesso a carattere nevoso. E nella giornata del 22 marzo 2021 si registrano diminuzioni dei livelli idrometrici in 20 delle 29 stazioni di riferimento poste su tutti i fiumi della regione. I dati idrometrici di tutti i maggiori fiumi della regione, tornano più bassi della media dell’ultimo quadriennio, e con livelli inferiori alla media del quadriennio 2017-2020.

Per quanto riguarda il territorio di Cilento e Vallo di Diano il fiume Sele si presenta in contenuto calo rispetto alla scorsa settimana, con in evidenza la diminuzione di 6 centimetri ad Albanella. Il Sele presenta tutte le principali stazioni idrometriche con valori inferiori alla media del quadriennio precedente, con Albanella che ha toccato i 50 centimetri sotto la media del periodo.

Situazione simile per l’Alento mentre il Tanagro fa registrare una lieve crescita rispetto ai valori del quadriennio precedente, a differenza del Calore Lucano.

Per quanto riguarda gli invasi, la diga di Piano della Rocca su fiume Alento scende a quasi 22,9 milioni di metri cubi e contiene il 93% della sua capacità, in diminuzione sulla settimana precedente di 545.208 metri cubi, ma con un volume superiore del 60,2% rispetto ad un anno fa.

Ti potrebbe interessare anche