Tolomeo
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Anche a Futani il vademecum per i proprietari dei cani

Tutti i trasgressori saranno puniti con sanzioni fino a 400 euro

Anche il comune di Futani fissa le regole per i proprietari dei cani. L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Aniello Caputo, ha infatti deciso di firmare un’ordinanza contenente specifiche indicazioni per i proprietari dei cani, a seguito delle numerose segnalazioni e lamentele da parte dei residenti e turisti in merito ai disagi per cani che vagano incustoditi sul territorio comunale e per gli inconvenienti igienico-sanitari derivanti dalle deiezioni canine.

È fatto quindi obbligo a tutti i proprietari e ai detentori di cani, di raccogliere immediatamente gli escrementi prodotti dagli stessi su area pubblica o di uso pubblico, in modo tale da mantenere e preservare lo stato di igiene e decoro dei luoghi e a depositarli, con involucri idonei o sacchetti chiusi a provata tenuta all’acqua, negli appositi cestini stradali per la raccolta dei rifiuti.

Inoltre, nei casi di accompagnamento dei propri animali in aree pubbliche, come parchi pubblici, bisogna munirsi di strumenti idonei a raccogliere eventuali deiezioni, quali sacchetti di carta o altre attrezzature, prodotte dai loro animali. Infine dopo aver alimentato cani vaganti in aree pubbliche, di rimuovere le ciotole vuote e i resti di cibo a terra per evitare problemi di natura igienico-sanitari.

Tutti i trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa da un minimo di 75 euro a un massimo di 400 euro; tutti gli organi di polizia preposti alla vigilanza in merito alle precedenti regole, sono tenuti a richiedere la dimostrazione del possesso dell’attrezzatura.

Gli obblighi previsti dalla presente ordinanza non si applicano ai non vedenti conduttori di cani guida e a persone affette da disabilità documentata, nonché alle unità cinofile delle forze di Polizia e Protezione Civile nel corso dello svolgimento delle proprie mansioni.

Tags

Ti potrebbero interessare