Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Ciccimmaretati - Stio
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Sanità: ok all’unificazione degli ospedali di Eboli e Battipaglia. Sindacati: Ennesima vergogna

Sanità: ok all’unificazione degli ospedali di Eboli e Battipaglia. Sindacati: Ennesima vergogna

“Stanno massacrando il nostro territorio”

“Stanno massacrando il nostro territorio”

“Con delibera 182 del 28 febbraio 2017 della ASL di Salerno sotto la Direzione del dott. Giordano si consuma uno degli ultimi atti di applicazione nella ASL di Salerno del Piano Ospedaliero campano”. E’ quanto dichiarano da Fisi Sanità, ricordando che nell’atto della ASL si parla di integrazione funzionale tra i plessi di Eboli e Battipaglia uniti in “una sorta di DEA”, esigenza questa dettata dalla densità della popolazione e dalla necessità di assicurare un più ampio intervento. Si rimarca pure che, pur procedendo ad una integrazione funzionale, viene mantenuta l’identità dei due plessi.

“La visione sanitaria dettata da questa delibera – fanno sapere dal sindacato – si scontra per l’ennesima volta su conteggi di posti letto e livelli di complessità ospedaliera non in linea con le regole dettate dal D.M. 70 /2015 e che mortificano il territorio della Valle del Sele. Infatti agli ambiti sociali S03 (Battipaglia e dintorni 150.000 abitanti) e S04 (102.000 abitanti Eboli e dintorni) toccherebbero un DEA di Primo livello ed un Presidio di Base sede di pronto soccorso e quindi nessun regalo viene fatto a questo territorio a cui vengono riconosciuti due plessi ibridi a forte carenza di posti letto per acuti. Infatti i posti letto per acuti previsti dovevano essere ben 743 rispetto ai 166 di Eboli e 138 per Battipaglia, e, pur volendo aggiungere i posti letto di Oliveto Citra (92) arriviamo ad appena a 396 posti letto riconosciuti per delibera ASL n 182/2017”.

“Questi signori credono che abbiamo ancora l’anello al naso”, dichiara Rolando Scotillo responsabile della FISI/FIALS, “ci vogliono far credere che ci fanno un favore, nel mentre stanno massacrando il nostro territorio ed il dottore Giordano è solo l’esecutore pedissequo di una sentenza già emessa. In questi giorni, probabilmente in settimana prossima, verrà depositato l’ennesima impugnativa all’ennesima approvazione degli atti a valle del Decreto n 33 (Piano Ospedaliero) e che applicano lo stesso: la Regione ed i Commissari ci hanno costretto ad impugnare, finora, 5 atti di applicazione ed hanno tentato di giocare come il gatto con il topo, ma non demorderemo e chiederemo la sospensiva di tutti gli atti per difendere un diritto negato a tutti i cittadini della Valle del Sele. In questo ultimo atto scellerato non poteva mancare una ultima pagina di vergogna in cui vengono previsti pure i regali per gli amici, dopo aver preparato il terreno, e dopo che la cosa era oramai di pubblico dominio, vengono unificate le Direzioni di Presidio di Eboli e Battipaglia ed indovinate un po’ chi dirigerà i due plessi? Ma naturalmente la Direzione del Presidio di Eboli…ma guarda caso! a voi ogni commento.”

Altri contenuti

Top