Serie A2: Basket Agropoli, KO anche a Reggio Calabria - Info Cilento
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Hard and Soft House
Scuola Nuova
In Primo Piano

Serie A2: Basket Agropoli, KO anche a Reggio Calabria

Prosegue la crisi della squadra di Finelli: ora le sconfitte consecutive sono cinque.

Serie A2: Basket Agropoli, KO anche a Reggio Calabria

Prosegue la crisi della squadra di Finelli: ora le sconfitte consecutive sono cinque.

Il turno dell’Epifania non sorride al Basket Agropoli, che esce sconfitta al Pala Calafiore dalla Viola Reggio Calabria. Inizia a pesare  il filotto di cinque partite perse di seguito, che rischia di incidere notevolmente su tutta la stagione dei delfini, considerando che adesso i calabresi sono avanti anche nella differenza canestri, maturata nei due scontri diretti.

Primo Quarto: Parte aggressiva la Viola di Paternoster con Legion (prossimo al trasferimento alla Fortitudo Bologna) e Radic, intervallata dal primo canestro di Langford. Il coach Finelli si fa chiamare fallo tecnico già nel primo quarto, in maniera anche evitabile, e successivamente i calabresi mettono dentro il parziale di 7-0. Per Agropoli reggono i due americani, che permettono ai delfini di chiudere a -5 il primo quarto (21-16).

Secondo Quarto: L’effetto elastico, leitmotiv di quasi tutta la gara continua: dopo 5 buoni punti di Turel i delfini si portano al -2, ma la Viola è brava ad essere concentrata e assai rapidamente, sin troppo per i gusti dei delfini, arriva con le buone giocate di Radic (giocatore di cui si era parlato quest’estate di un arrivo ad Agropoli) e di Lupusor, al +12. Finelli chiama un altro timeout, ma la distanza rimane quella nonostante Turel in particolare dimostri un grande impegno.

Terzo Quarto: Il terzo quarto si apre dopo i 2 canestri consecutivi di TUrel e Langford, che sembrano ravvivare Agropoli, con il 7-0 di parziale dei reggini, e Paternoster chiama saggiamente un timeout, per far rifiatare i suoi. Successivamente però sono gli americani di Agropoli a salire in cattedra e dopo la tripla di Langford il distacco è a -3. Sembra una nuova gara finalmente: ma l’illusione dura poco, i delfini regalano una palla in maniera abbastanza clamorosa agli avversari che possono così allungarsi al +8, grazie al canestro di Radic.

Ultimo quarto: Nella quarta frazione, il Basket Agropoli, ormai fiaccato nel morale cede anche mentalmente: anche Santolamazza commette un fallo antisportivo, una mossa non proprio nel suo normale repertorio. Al Basket Agropoli rimane qualche fiammata, ma Finelli fa ruotare anche poco i suoi ragazzi: Contento ad un certo punto non viene schierato, così come Marra che viene mandato in campo solo a pochi minuti dalla fine, a situazione compromessa. Considerato che alcuni giocatori sono ormai spariti dai radar del tecnico bolognese, come Lucarelli. In questa difficoltà emotiva della squadra, una Viola in buone condizioni ha vita facile: con Lupusor, Micelic e Radic. Finisce 81-62.

Una meritata sconfitta per i delfini, che devono scendere in campo con maggiore convinzione ed attenzione. La Serie A2 è un campionato duro ed equilibrato, ma ciò non può costituire sempre un alibi. Ci vogliono determinazione e voglia per raggiungere la salvezza. Coach Finelli ha auspicato un ambiente compatto, ed ha ragione a richiederlo. Tuttavia una squadra non può salvarsi solo con l’aiuto, seppur preziosissimo dei tifosi. Occorrono anche migliori prestazioni.

Ti suggeriamo di leggere

Top
Altro... In Primo Piano, Sport
La neve ferma la Serie D

Anche nel 2017 torna la ”domenica al museo”

Gelo e neve: notevoli disagi alla circolazione

Chiudi