Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
Attualità

Cilento: volontari in azione per pulire il territorio

Cilento: volontari in azione per pulire il territorio

Presentata la XXIV edizione di Puliamo il mondo. Volontari puliranno sentieri, aree ricreative, mare, spiagge, fiumi e boschi

Presentata la XXIV edizione di Puliamo il mondo. Volontari puliranno sentieri, aree ricreative, mare, spiagge, fiumi e boschi

Viaggia spedita la XXIV edizione di Puliamo il Mondo, la più grande campagna di volontariato ambientale organizzata da Legambiente in collaborazione con la Rai che si svolgerà il 23, 24 e 25 settembre con l’obiettivo di ripulire le strade, i parchi, i giardini, le piazze, i fiumi e le spiagge di tutte le città italiane. In Campania, sono al momento circa 150 le aree che saranno ripulite da oltre di 10mila volontari. La provincia di Salerno è leader regionale per numero di adesioni: oltre il 40% delle adesioni in Campania riguardano i comuni del salernitano.

Da Salerno a Napoli, dal Parco Nazionale del Vesuvio a quello del Cilento, Valle di Diano e Alburni, dall’Agro aversano a quello nocerino-sarnese, volontari, cittadini, studenti, insegnanti, scenderanno in piazza per recuperare aree degradate, per restituire alla pubblica fruizione zone abbandonate. Questa XXIV edizione è dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere fisiche, culturali, sociali e mentali.
In Campania in prima fila quest’anno le aziende della Green Economy, tra le quali, Sabox, Sada, Cartesar, la rete delle aziende della carta 100×100 Campania e quelle in prima fila nella produzione agricola di qualità: Terra Orti, Alma Seges e Green Campania. Nel week-end dal 23 al 25 settembre, a testimoniare l’attenzione sempre crescente da parte delle imprese per l’ambiente, armati di guanti e ramazza, ci saranno i dipendenti che saranno a stretto contatto con le comunità locali, i comuni e le associazioni per una Campania Sostenibile.
“Negli ultimi anni – dichiara Michele Buonomo, presidente regionale di Legambiente – è aumentata tra le persone l’attenzione e la sensibilizzazione sui temi ambientali e la voglia di contribuire con azioni concrete alla tutela del territorio. Lo dimostra anche la grande partecipazione di cittadini che da ventiquattro anni registriamo con Puliamo il mondo, dedicata quest’anno all’integrazione e all’abbattimento delle barriere fisiche, culturali, sociali e mentali, al dialogo e alla partecipazione attiva. Un tema che coinvolgerà anche le periferie delle nostre città, per ridisegnare insieme nuovi spazi più vivibili e innovativi, accoglienti e inclusivi per una Campania finalmente sostenibile. Come sempre ci saranno tanti volontari, ma anche tantissimi ragazzi e comunità straniere, pronti a ripulire dai rifiuti le periferie e le aree verdi, convinti che un maggior senso civico ed ambientale sia un passaggio fondamentale nella tutela dell’ambiente tanto quanto l’azione delle istituzioni pubbliche”.
Protagonisti di questa edizione anche il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni ed il Parco Nazionale del Vesuvio che distribuiranno agli studenti, ai comuni e ai gruppi di volontari i kit di Puliamo il Mondo per interventi che riguarderanno la pulizia di sentieri ed aree ricreative, fondali marini, spiagge e corsi d’acqua, boschi.

Un’anteprima di Puliamo il Mondo si svolgerà venerdì 16 settembre con il coinvolgimento dei circoli di Legambiente della Piana del Sele con una pulizia simbolica della pista ciclabile sulla strada provinciale n. 175 che corre parallelamente alla costa. Un’opera pubblica costata circa dodici milioni di euro e abbandonata nel più assoluto degrado. Quella da Salerno a Paestum è stata considerata la più lunga d’Europa, ma di certo è la meno frequentata al mondo visto che il tracciato della pista ciclabile è ostruito in più punti da rifiuti di ogni genere. Inoltre, sin dalla sua realizzazione, la pista ciclabile è interrotta in più tratti da strade asfaltate che non permettono l’accesso all’arenile o alla macchia mediterranea. Nella parte finale del tracciato, al confine tra i comuni di Capaccio e Agropoli, chi intende utilizzare la bicicletta ne è impedito da fossati, muri oppure pontili in legno sbarrati. Il percorso si sviluppa sui territori di Pontecagnano, Battipaglia, Eboli, Capaccio e Agropoli dove i volontari di Legambiente il 16 settembre simbolicamente ripuliranno piccoli tratti della pista ciclabile per denunciare lo spreco di risorse e lo stato di totale abbandono.
A Salerno appuntamento sabato 24 settembre con la pulizia di una zona del centro storico, partendo da piazza Cavour per poi percorrere un tratto della pista ciclabile fino ad arrivare a piazza Francesco Alario. Parteciperanno gli studenti delle scuole presenti nel quartiere, i ragazzi/e del sistema di protezione per rifugiati gestito dall’Arci di Salerno e dello sportello per le vittime della tratta, associazione Salerno Cantieri e architettura e del bar letterario Giuseppe Verdi.
“Il gran numero di adesioni che stiamo raccogliendo – ha dichiarato Antonio Gallozzi, direttore regionale di Legambiente – è un’importante conferma della voglia crescente di partecipazione. Nella tre giorni di grande pulizie vogliamo mettere in mostra la parte migliore della nostra regione: la bellezza dei luoghi e l’amore dei cittadini per il proprio territorio che combattono il degrado rimboccandosi le mani, e la passione di tanti imprenditori onesti che con professionalità ed idee innovative e sbocchi occupazionali dimostrano di amare il territorio e promuoverlo con azioni concrete”.

Alla campagna possono dare la loro adesione amministrazioni comunali, associazioni, aziende, comitati di quartiere ma anche singoli cittadini! Per aderire alla campagna è necessario compilare la scheda di adesione in formato cartaceo o elettronico tramite il sito internet, ed inviarla al Coordinamento Nazionale di Puliamo il Mondo. Per qualsiasi informazione contatta il Coordinamento Nazionale di Puliamo il Mondo al numero 02/97699328-327 oppure scrivi una mail a [email protected]

Correlati

Popolari

Top