Montella PrismArredo
AttualitàIn Primo Piano

Mercato immobiliare, nel Cilento prezzi in leggero aumento

Aumenta la domanda ad Agropoli. Castellabate ricercata dai napoletani, il Golfo di Policastro meta ambita da laziali e lucani. Ribasso a Palinuro. Ecco la situazione

Nella seconda parte del 2015 le località turistiche della Campania hanno registrato stabilità. Un leggero aumento dei valori immobiliari si registra sulla costiera cilentana (+0,6%), mentre rimangono stabili i prezzi sulla costiera amalfitana.

Costiera Cilentana
In ripresa il mercato nel centro di Agropoli dove si registra una buona domanda di prima casa grazie al migliore accesso al credito. A cercare sono sia famiglie già residenti sia di provenienza dai comuni limitrofi, che provano ad acquistare ora che i prezzi sono diminuiti. Le zone Centro e Selva restano sempre le preferite perché offrono immobili in piccoli condomini e villette singole che godono sia della vicinanza all’isola pedonale, dove si concentrano le più importanti attività commerciali, che dell’affaccio sul mare. I prezzi dell’usato oscillano tra i 1600-2000 €.al mq. La città è in trasformazione tant’è che in queste zone sono in corso di realizzazione fabbricati condominiali e villette monofamiliari, per le quali la richiesta si aggira tra i 2500 e i 3000 € al mq ( top price). Nella zona più vecchia, del Castello e delle Mura, per quanto riguarda immobili usati e senza affaccio sul mare le quotazioni sono di 1000-1200 € al mq, mentre per abitazioni di pregio con vista sul mare si toccano i 2500 € al mq andando anche oltre per tipologie più particolari. Piace anche la zona di Madonna del Carmine, a circa 2 km dal centro e con un’offerta di villette a schiera e piccoli condomini acquistabili a prezzi medi che oscillano tra i 1300 e i 1500 € al mq. La domanda di seconda casa, in genere, si orienta su tagli più piccoli che difficilmente si trovano in questa zona. Infatti si prediligono quasi sempre gli immobili situati sul lungomare oppure sulla zona di Moio/Trentova, dove per un appartamento si spendono mediamente 1400-1600 € al mq. La città di Agropoli negli ultimi anni ha vissuto notevoli miglioramenti grazie ad importanti interventi di riqualificazione che hanno interessato proprio la baia di Trentova e le aree circostanti, (patrimonio Unesco) dove si prevede, tra le altre cose, la realizzazione di passeggiate e sentieri di trekking. Anche il centro storico è stato oggetto di un’intensa attività di restyling intorno al castello. Nella zona del lungomare di Agropoli la domanda di casa vacanza arriva prevalentemente da persone residenti nella regione a cui si aggiungono anche investitori che desiderano mettere a reddito l’immobile. Questi ultimi si orientano spesso su tagli di ampia metratura o su palazzine da dividere per creare soluzioni di piccolo taglio che permettono di ottimizzare l’investimento. Chi ha budget limitati ripiega verso i paesi più interni (Torchiara, Ogliastro Cilento ad esempio) dove i prezzi sono più contenuti, al disotto di 900 € al mq. Chi cerca la casa-vacanza si orienta prevalentemente sulla zona costiera; si richiede il trilocale con giardino su cui investire non più di 100 mila €. Questo tipo di abitazione è più reperibile nelle zone periferiche, dove ci sono costruzioni degli anni ’80-’90 che si vendono a prezzi più contenuti (1300-1500 € al mq). Piace molto il lungomare di San Marco caratterizzato da numerosi edifici degli anni ’70-’80 che si scambiano a prezzi medi di 1800 € al mq, con punte di 3000 € al mq se posizionati fronte mare e con accesso diretto alla spiaggia. In diminuzione le richieste di villette a schiera e soluzioni indipendenti per uso turistico a causa dei prezzi più elevati; è più facile che si acquistino come prima casa. Se ne trovano soprattutto nella zona della collina di San Marco. Prezzi di 1800-2000 € al mq per le soluzioni che sorgono nel Lido Azzurro, area prettamente turistica ubicata tra il centro e la costa. Ha meno servizi ed attività commerciali anche se di recente è stata costruita una barriera per il ripascimento della spiaggia. Le transazioni ad Agropoli riguardano per lo più soluzioni usate. Il nuovo è poco presente tant’è che l’amministrazione Comunale dopo un attento e puntuale studio ha in programma l’approvazione del PUC (Piano Urbanistico Comunale) che prevede lo sviluppo edilizio residenziale/commerciale e turistico alberghiero.
Prezzi stabili nella seconda parte del 2015 a Castellabate. Una lieve flessione ha interessato le nuove costruzioni e le case ristrutturate che, in seguito al Piano Casa, sono state immesse sul mercato. Questo ha determinato una maggiore disponibilità di offerta sul mercato che ha calmierato i valori. A Castellabate si realizzano prevalentemente compravendite di seconda casa, gli acquirenti arrivano da Napoli e provincia e in minima parte da Avellino. Predominante la ricerca di bilocali con giardino e terrazzi, per i quali si è disposti ad investire tra 150 e 170 mila €, con un massimo di € 200 mila per soluzioni fronte mare. Tendenzialmente si utilizza l’abitazione non solo nel periodo estivo ma anche durante i weekend dell’anno. Il maggior numero di compravendite si realizza nel borgo marinaro di Santa Maria, tra il centro e il lungomare, dove si concentrano il passaggio pedonale e gli esercizi commerciali. In questa zona le quotazioni per un immobile di circa 50-60 mq nuovo o ristrutturato e posizionato fronte mare possono arrivare a 3000-3200 € al mq. La restante offerta abitativa risale agli anni ’70-’80 e ha prezzi medi di 2500-2900 € al mq €. Sempre in Santa Maria, una zona molto ricercata dagli acquirenti più facoltosi è quella tra l’approdo “Porta delle Gatte” e “Torre Perrotti”, due suggestivi e storici luoghi a ridosso della spiaggia. Rara la disponibilità di abitazioni in vendita, un’ eventuale soluzione con vista mare può raggiungere anche punte di 4000 € al mq. Negli ultimi tempi i potenziali acquirenti apprezzano anche la zona di San Marco, caratteristico borgo sorto intorno ai resti del porto greco-romano, dove si trova il porticciolo e un centro benessere di talassoterapia: un buon usato costa 2500-2600 € al mq, un appartamento a ridosso del mare già ristrutturato o di nuova costruzione 2700-2900 € al mq. Apprezzata anche la località Lago, preferita soprattutto da famiglie con bambini perché più tranquilla e con spiagge ampie. Qui è possibile acquistare abitazioni semindipendenti con giardino inserite in parchi privati, i prezzi medi del ristrutturato si aggirano intorno a 3000 € al mq con punte di 3500 € al mq per le abitazioni con accesso diretto alla spiaggia. Un mercato di nicchia è quello delle ville singole con vista mare ubicate nelle aree collinari di San Leo e Fontanelle e tra la Baia di Ogliastro Marina e Punta Licosa, dove i prezzi sono di almeno 500-600 mila €. In collina sorge il paese di Castellabate, borgo medievale da cui si può godere della vista panoramica su Capri e sulla costiera amalfitana. Continuano i lavori di riqualificazione di vecchi immobili ma al momento il mercato non sembra particolarmente dinamico. Per un buon usato si registrano valori che possono andare da 1900 a 2000 € al mq. Allontanandosi oltre i 2 km dal mare sorge una zona più periferica dove i prezzi hanno subito un importante ribasso e le quotazioni, soprattutto per soluzioni indipendenti, si aggirano intorno a 2000 € al mq . Da segnalarle opere di restyling urbano da parte dell’Amministrazione Comunale e dell’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo del Diano, in particolare la riqualificazione del Parco di Villa Matarazzo, ottocentesca residenza estiva della famiglia Matarazzo situata in Santa Maria, e i lavori per la salvaguardia del litorale dal fenomeno dell’erosione marina.
In lieve ribasso le quotazioni immobiliari a Palinuro. Questo ha determinato una ripresa delle compravendite. La domanda di seconda casa proviene maggiormente da persone residenti in Campania (in aumento coloro che arrivano dalla provincia di Avellino e di Potenza) alla ricerca di soluzioni da 60 mq dotate di giardino e terrazzo. Tra le zone preferite ci sono quelle posizionate nel centro storico, (via Indipendenza e corso Pisacane) dove si concentra la maggioranza dei negozi e delle attività commerciali. Un buon usato ha prezzi medi di 1700-2000 € al mq. Piace anche la zona del Faro, dove ci sono prevalentemente villette a schiera ed indipendenti i cui valori medi sono di 2000 € al mq. Più quotate le case presenti nella zona delle Saline con affaccio sul mare e dove si raggiungono punte di 3000 € al mq. Anche la zona del Porto offre la possibilità di acquistare la casa vicina al mare e con vista, per questo motivo i prezzi si aggirano intorno a 2200 € al mq. Non lontano da Palinuro sorge la Marina di Pisciotta che, avendo valori meno elevati (1300-1500 € al mq), attira soprattutto persone con redditi più contenuti. Più lontano dalla costa sorge la zona di Piana – Trivento, il cui sviluppo edilizio risale agli anni ’80-’90 con soluzioni a schiera ed appartamenti in residence. La lontananza dal mare fa si che qui acquistino solo coloro che desiderano trovare dei prezzi particolarmente convenienti.

Golfo di Policastro
Si registra una buona domanda di seconda casa da parte di famiglie provenienti da Lazio, Basilicata e dalle altre province della Campania. Si è ridotto il budget e anche la dimensione dell’immobile: si cercano piccoli bilocali su cui investire non più di 70 mila €. Importante la vista mare ma soprattutto il giardino. Ad eccezione di Sapri, dove si attesta anche una discreta domanda di prima casa, in tutte le altre località la domanda è orientata sulle case vacanza. Poco presenti gli investitori.
A Sapri, località più grande e più apprezzata tra tutte quelle del Golfo, quest’anno si sono vendute soprattutto le abitazioni posizionate nel centro storico e nei pressi della Stazione ferroviaria, zone più distanti dal mare (comunque raggiungibile a piedi) ma meno costose. Nel centro storico per un buon usato d’epoca si spendono intorno a 1000-1300 € al mq. Quotazioni simili nella zona stazione per immobili degli anni ’70. In particolare si apprezzano corso Garibaldi e via Kennedy, dove le soluzioni degli anni ’90 con vista mare costano intorno a 1700-2000 € al mq. Leggermente più elevati i prezzi sul lungomare Italia, dove una tipologia vista mare costa intorno a 2000-2200 € al mq. Lungo la strada che conduce al porto ci sono ville sul mare acquistabili mediamente a 3000 € al mq. In numero limitato le nuove costruzioni, essendo il territorio ormai saturo. I pochi cantieri presenti hanno quotazioni medie di 2000 € al mq. Le quotazioni più elevate nel golfo di Policastro si registrano a Scario, dove ci sono appartamenti in parchi turistici a 2-3 km dal mare a 1300 € al mq ma anche soluzioni fronte mare nella zona del porto turistico a 3200-3300 (top price) € al mq. A Policastro e Capitello si registrano meno richieste perché sono meno servite; la posizione collinare consente però di acquistare delle case vista mare a 1300-1500 € al mq. Per cui sono apprezzate da quella clientela che cerca la tranquillità. Poche le nuove costruzioni in zona a causa della presenza di importanti vincoli paesaggistici.

Costiera Amalfitana
Ad Amalfi continua la ripresa del mercato della prima casa in seguito al ribasso dei prezzi, tuttavia il segmento della seconda casa resta prioritario. La maggioranza di chi cerca un’abitazione difficilmente vuole spendere più di 300-400 mila €, ad eccezione di coloro che sono interessati al mercato top per tipologia e location. Si prediligono sempre più le soluzioni in buono stato e che non richiedono interventi di ristrutturazione. Ad Amalfi per gli immobili fronte mare, per quelli situati all’interno dei parchi immobiliari sul mare e per quelli ubicati nei pressi della centralissima piazza Duomo (o comunque centrali e facilmente raggiungibili) si raggiungono prezzi di 7000 € al mq. Punte di 10 mila € al mq si toccano solo nel centro di Positano, grazie ad un mercato prettamente turistico d’elite e alla bassa offerta presente sul territorio. Per le soluzioni più popolari si registrano valori medi di 4000 € al mq, stesse quotazioni anche per le abitazioni presenti nella vicina località di Ravello e nel centro storco di Amalfi, dove gli immobili sono poco luminosi e non sempre godono della vista mare a causa della conformazione urbanistica medioevale. Si registra interesse anche per la zona di Furore, in posizione collinare, più decentrata, panoramica e ben servita. Per una soluzione in buono stato si spendono intorno a 4000 € al mq; la media dei prezzi si aggira intorno a 2000-2500 € al mq.
Sono stabili i valori immobiliari a Vietri sul mare dove acquirenti campani sempre più selettivi cercano la seconda casa. Si indirizzano verso abitazioni con due camere da letto, in buono stato e con vista mare, sui cui investire non più di 150 mila €. In diminuzione le richieste per Albori e Raito, che si stanno trasformando in mercati di nicchia scelti da acquirenti selettivi e con buona disponibilità di spesa, alla ricerca di tranquillità e amanti dei borghi storici. Nonostante siano in posizione collinare e più distanti dal mare regalano immobili con vista panoramica. Ad Albori una casa con vista costa 2400-2900 € al mq, se invece ne è sprovvista il valore scende a 1500-1600 € al mq. Uguali quotazioni per Raito caratterizzata da una buona esposizione e un’ottima vista su tutto il golfo di Salerno. Piace la Marina di Vietri dove si trovano abitazioni d’epoca fronte mare, con terrazzi che possono toccare i 4000 € al mq contro una media di 3500 € al mq. Interesse vivace anche per il borgo di Cetara, famoso per le sue tonnare e dotato anche di un porto turistico. C’è un mercato immobiliare più esclusivo caratterizzato dalla presenza di immobili storici ed antiche case dei pescatori, spesso acquistate da persone già residenti a Cetara stessa. Le quotazioni sono più elevate e nel centro storico si possono raggiungere valori intorno a 5000 € al mq per immobili con vista mare. I prezzi scendono a 3000 € al mq se ci si sposta in zone più periferiche. Non lontano sorge Erchie, borgo marinaro frazione di Maiori, che vive solo nei periodi estivi e con bassa offerta immobiliare. E’ apprezzato da chi cerca la casa in prossimità del mare e con affacci suggestivi. Le quotazioni si aggirano intorno a 4000 € al mq.

Tags
Continua dopo la pubblicità

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it