Vademecum per prevenire incendi. Comune cilentano prevede multe fino a 10mila euro - Info Cilento
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Spazio Disponibile
Hard and Soft House
Scuola Nuova
Attualità

Vademecum per prevenire incendi. Comune cilentano prevede multe fino a 10mila euro

Un vademecum per prevenire il rischio incendi con multe fino a diecimila euro.

Vademecum per prevenire incendi. Comune cilentano prevede multe fino a 10mila euro

Un vademecum per prevenire il rischio incendi con multe fino a diecimila euro.

FELITTO. L’arrivo dell’estate ha quale diretta conseguenza l’aumento del rischio incendi. Così il comune di Felitto, guidato dal sindaco Maurizio Caronna, ha deciso di pubblicare un’ordinanza per prevenire i rischi. imponendo ai proprietari di terrenni di effettuare la manutenzione delle aree incolte o abbandonate che si trovano nei pressi del centro abitato.
Tutti gli enti e i proprietari o conduttori di aree agricole non coltivate, aree verdi urbane incolte, i proprietari di villette e gli amministratori di stabili con annesse aree verdi dovranno quindi provvedere ad effettuare interventi di pulizia a propria cura e spese in tutti i terreni invasi da vegetazione.

Nel dettaglio bisognerà rimuovere ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica, provvedendo in particolare all’estirpazione di sterpaglie e cespugli nonché al taglio di siepi vive, vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade. Inoltre ovranno essere rimossi anche i rifiuti e quanto possa essere veicolo di incendio, mantenendo le condizioni per tutto il periodo estivo.

I frontisti di strade dovranno provvedere ad una accurata pulizia dei terreni da ogni residuo vegetale o da qualsiasi materiale che possa favorire l’innesco di incendi e la propagazione del fuoco, per una fascia che non sia inferiore a 50 metri dalla strada. E’ vietato, inoltre, accendere fuochi ad una distanza minima di 100 metri dall’abitato, da edifici, boschi, piantagioni, siepi e qualsiasi deposito di materiale facilmente infiammabile.

Infine, fino al prossimo 30 settembre è vietato, in prossimità dei boschi , terreni e cespugliati, o lungo le strade del territorio: accendere fuochi, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma elettrici per tagliare metalli, usare motori, fornelli o inceneritori che producano faville e brace, fumare o compiere ogni altra operazione che possa creare pericolo d’incendio.
Per i trasfressori sono previste sanzioni che vnano dai 25 ai 10mila euro.

Ti suggeriamo di leggere

Top
Altro... Attualità, In Primo Piano
Stasera nel Cilento l’inaugurazione del primo “porto d’arte contemporanea” d’Europa

Tifoso toscano “raccomanda” Sarri a Bassolino. Siparietto sulle spiagge del Cilento

ambulanza_humanitas
Dramma sul litorale cilentano: muore turista 55enne

Chiudi