L’Agropoli sconfitto nei minuti di recupero dal San Marzano

L'US Agropoli passa in vantaggio contro il San Marzano ma gli ospiti prima pareggiano e poi nel finale conquistano la vittoria

Termina 2-1 per i padroni di casa, la sfida d’andata valevole per i quarti di finale di Coppa Italia di Eccellenza tra San Marzano e Us Agropoli.

San Marzano – Agropoli, il match di Coppa Italia

Nella prima frazione di gara, partono meglio i padroni di casa rendendosi pericolosi al 5’ con un tiro ravvicinato di Chiariello sul quale Paparella si fa trovare pronto e respinge. Altra occasione pericolosa pochi minuti dopo all’8, questa volta ci prova Prisco per i padroni di casa, ma il suo colpo di testa termina di poco alto.

Il vantaggio dei delfini

Attacca il San Marzano, ma l’Agropoli trova il vantaggio grazie ad una perla su calcio piazzato di Rekik, abile a scavalcare la barriera e mettere il pallone alle spalle di un’incolpevole Palladino, per lo 0-1. Il primo tempo continua con l’Agropoli in controllo della partita e il San Marzano che prova a spingere alla ricerca del pari, unica azione degna di nota nei minuti finali è il colpo di testa di Prisco che da buona posizione spedisce fuori.

Il secondo tempo

Nella ripresa parte subito forte il San Marzano trovando il pari con Montoro, complice Paparella che commette un errore grossolano non riuscendo a deviare un tiro piuttosto innocuo. Dopo il pareggio il San Marzano si riversa nella metà campo dell’Agropoli alla ricerca del vantaggio, ma la difesa dei delfini respinge tutti i tentativi con disinvoltura fino ai minuti di recupero, quando, su un calcio d’angolo, Prisco svetta di testa e regala la vittoria alla squadra di casa e fissa il risultato sul 2-1.Finisce così l’andata dei

quarti di finali di Coppa Italia, adesso l’appuntamento per il ritorno è fissato tra due settimana al Guariglia per vedere chi la spunterà tra le due compagini regine del campionato d’Eccellenza girone B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare anche