Impennata di contagi a Roccadaspide: “Siamo zona rossa, ma non pare di esserlo”

Salgono i casi a Roccadaspide, positività anche per uno studente e scuola chiusa. Appello del sindaco a controlli più rigorosi

Impennata di casi covid a Roccadaspide. Lo ha annunciato il sindaco Gabriele Iuliano. “Al momento, tra casi ufficialmente segnalati dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asl, ed altri che abbiamo appurato direttamente, attraverso un’attività di ricognizione capillare rispetto ai vari focolai registrati, in particolar modo tra i contatti dei positivi già accertati, il numero dei nuovi positivi è di 29.Di contro, abbiamo avuto 4 nuove guarigioni”, spiega il primo cittadino.

Pertanto, in questo momento i positivi attivi, tutti in isolamento domiciliare con i relativi contatti, sono saliti a 56.

“Come già è capitato in passato, quando abbiamo avuto momenti in cui si sono registrate impennate di casi di positività, è salita correlativamente la preoccupazione tra i Cittadini – spiega Iuliano – E’ certamente un fatto normale ed anche comprensibile. Ciò che non è comprensibile, e men che mai giustificabile, però, sono gli atteggiamenti di superficialità e di non perfetta osservanza delle regole di prevenzione che sono a tutti arcinote: indossare correttamente la mascherina, evitare assembramenti, igienizzare frequentemente delle mani.Siamo ancora in zona rossa, ma non pare di esserlo. Il virus è ancora presente e continua a circolare violentemente”.

E aggiunge: “I contagi salgono dappertutto sul territorio provinciale e regionale e gli effetti della malattia sono ora ancor più gravi e letali di quelli che si producevano nel corso della prima ondata – osserva Iuliano – Stiamo facendo di tutto per eseguire le vaccinazioni a tutte le categorie indicate dalle disposizioni nazionali e regionali e, da questo punto di vista, il risultato è estremamente positivo, anche in rapporto ad altre aree della provincia e della regione che non possono vantare risultati analoghi ai nostri.Resta però la necessità di non abbassare la guardia, di evitare rilassamenti, di continuare in modo maniacale a rispettare le regole.Quando non facciamo questo capita che i casi di contagio aumentino, come è accaduto in queste settimane passate.Quindi, vi invito ancora una volta, e per l’ennesima volta, alla piena osservanza delle prescrizioni normative e alla prudenza. Ad evitare comportamenti a rischio e a continuare a prestare la massima attenzione.”

“Per intanto, abbiamo rinnovato la richiesta a tutte le Forze dell’Ordine (Carabinieri e VV. UU.) di esercitare forme di controllo più serrate e capillari su tutto il territorio comunale, imponendo il rispetto delle regole. È il momento di non mollare e di continuare a fare tutti la nostra parte, tutti il nostro dovere”, conclude il primo cittadino.

Intanto è stata disposta la chiusura del plesso scolastico di Roccadaspide Capoluoogo alla luce della positività di uno studente.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Katiuscia Stio

Laureata in Filosofia. Inizia l'attività giornalistica nel 1999 collaborando con vari giornali locali, mensili, web e realizzando servizi per una rubrica in onda su Telecolore. E' stata socia di associazioni culturali per la promozione e valorizzazione del territorio di cui ha curato la comunicazione e l'organizzazione e animatrice di gruppi di azione locale. Nel tempo ha collaborato con i quotidiani Cronache, La Città, attualmente è corrispondente de Il Mattino. Dal 2014 entra a far parte della famiglia di Info Cilento.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!