AttualitàCilentoIn Primo Piano

Agropoli, la denuncia: degrado nel parco giochi di viale Lazio

Parco giochi di viale Lazio nel degrado ma non è l'unico luogo riservato ai bambini che è nel degrado

AGROPOLI. «Un cartello multilingue indica il divieto di accedere con i cani all’interno del parco giochi, l’obbligo di tenerli al guinzaglio e di provvedere al recupero degli escrementi, ma ciò non accade e ovunque c’è degrado».
La denuncia riguarda la piccola area giochi di viale Lazio, uno dei tanti luoghi della città di Agropoli per il quale i cittadini chiedono maggiore manutenzione e pulizia. L’ennesima denuncia è arrivata nel week end scorso.

Degrado nel parco giochi di viale Lazio

Una famiglia che aveva portato sul posto una bambina per qualche ora di divertimento, è stata costretta a tornare indietro di fronte al degrado e alla scarsa sicurezza dell’area. A terra escrementi, carcasse di ratti ed altri rifiuti.

«A chi tocca la manutenzione dell’area?», si domanda un cittadino. «Purtroppo – prosegue – non mancano gli incivili ma sarebbe anche opportuno intervenire. Quei rifiuti sono lì da tempo, possibile che nessuno se ne sia accorto e sia intervenuto per rimuoverli?».

La situazione nelle altre aree gioco

Purtroppo il parco giochi di viale Lazio non è l’unico dove si registrano criticità. Nella villa comunale Liborio Bonifacio di via Taverne, infatti, da tempo i cittadini chiedono di intervenire non solo per la pulizia, ma anche la sistemazione delle giostrine, alcune delle quali rotte e pericolose.

Resta inutilizzabile, invece, l’area di via Carmine Rossi. Una sola giostrina è ancora utilizzabile, le altre sono rotte da tempo. I residenti, inoltre, denunciano come spesso il parco sia luogo di bivacco per dei giovani che lasciano ovunque rifiuti e sporcizia.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.

4 commenti

  1. Questa é Agropoli, abbandonata da chi dovrebbe ben amministrarla, ma che sa soltanto vantarsi di cose che ,facilmente, sogna, ma che non rispondono all’amara verità che é sotto gli occhi di tutti, cittadini e vacanzieri ,molti dei quali, facilmente cambieranno destinazione in futuro salvo quelli abituati nel caos peggio di quello Agropolese, ma che non servono alla città di Agropoli.

  2. Sono perfettamente d’accordo.. non porto mio figlio da molto molto tempo al parchetto .. è proprio inagibile.. sporco.. giochi rotti e non sicuri… oltre a questo non esiste null’altro per i bimbi ad agropoli solo una piazza sporca dve i bimbi sì alienano… fortuna che… in estate sfogano al mare da mattina a sera.. così evitiamo tutto il degrado della citta!

  3. Eppur, nonostante tutto, Agropoli fa incetta di riconoscimenti, bandiera blu, spiga verde ecc. , sono sempre più convinto che é solo “POLITICA” altrimenti con questo degrado il sindaco e i suoi “fedelissimi” non potrebbero vantarsi di niente in quanto di “niente” sono capaci se non di “BROGLIARE” di su tutto.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it