Studio Di Muro
AttualitàCilento

Roccadaspide, vicesindaco Auricchio accusa il Governo: penalizza i Comuni virtuosi

Polemiche sui fondi per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio

“Con la pubblicazione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze del decreto di riparto dei fondi, si evince come i Comuni virtuosi non hanno ricevuto alcun contributo che è stato invece assicurato a enti che presentano gravi deficit di bilancio”. A dirlo il vicesindaco di Roccadaspide Girolamo Auricchio.

“Sono sorpreso nell’apprendere che, per l’ennesima volta, il Governo non premia i Comuni virtuosi, negando i contributi per la messa in sicurezza del territorio stabiliti nella legge di bilancio e quantificati, per il 2018, in 150 milioni di euro complessivi. Con la pubblicazione del decreto di riparto dei fondi, si evince infatti come i Comuni virtuosi non hanno ricevuto alcun contributo che è stato invece assicurato a enti che presentano gravi deficit di bilancio”, ha aggiunto l’ex primo cittadino in merito alla emanazione del decreto del Ministero dell’Interno dello scorso 13 Aprile, con il quale sono stati determinati gli enti beneficiari del contributo per interventi di messe in sicurezza degli edifici e del territorio, determinati nella Legge di stabilità 2018.

“Ritengo che nella definizione dei criteri di assegnazione dei fondi debba essere presa in considerazione anche la condizione strutturale del bilancio di un Comune che, spesso, per assicurare il rispetto delle regole della finanza pubblica e il vincolo di pareggio dei conti, deve sacrificare spese e servizi che andrebbero a soddisfare i bisogni dei cittadini e ad assicurare le manutenzioni e la messa in sicurezza delle diverse situazioni a rischio”, conclude.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare