Confetti Maxtris
Confetti Maxtris
In Primo Piano

Chiama “mongoloide” l’arbitro: squalificato quattro mesi

Chiama “mongoloide” l’arbitro: squalificato quattro mesi

Ecco le decisioni del giudice sportivo per le compagini cilentane

Ecco le decisioni del giudice sportivo per le compagini cilentane

Il giudice sportivo ha accolto il reclamo dell’Herajon per la gara del campionato di Prima Categoria girone G dello scorso 13 novembre contro la Nuova San Vito Sapri. La compagine del Golfo di Policastro, infatti, aveva schierato dei giocatori non in regola con i tesseramenti. In particolare si è acclarato che il calciatore Immobile Lorenzo, dell’8.6.93, è risultato tesserato dall’11.11.16 ma con diversa società; il calciatore Palumba Luigi, del 7.6.92, è risultato tesserato dall’1.9.16 ma con diversa società, il calciatore Niang Norou, del 15.5.93, è risultato tesserato dal 2.12.16 anch’egli con diversa società, il calciatore Sorrentino Giosuè, del 15.1.98, è risultato svincolato a far data dal 15.7.16, dalla Società Salernitana 1919 ed infine il calciatore Chelcan Iulian, del 27.1.93, non è risultato presente in anagrafe. Alla luce di ciò al Sapri sconfitta a tavolino per 3 a 0 e un’ammenda di 135 euro.

Sempre nel campionato di Prima Categoria, squalifica fino al 23 febbraio al massaggiatore del Polla Roberto Prato e per quattro gare a Gerardo Mazzeo, calciatore della capolista Gregoriana, perché “stando in panchina, si alzava dalla stessa e si avvicinava a quella avversaria inveendo con parole e gesti contro un dirigente della Squadra avversaria. Dopo l’espulsione, mentre si allontanava, ritornava sui suoi passi cercando un contatto fisico con il suddetto dirigente ma ciò non accadeva per l’intervento dei dirigenti di entrambe le società”. Per la Gregoriana anche 300 euro di multa. Stop eper quattro turni anche a Giovanni Lettieri del Rofrano.

Va peggio a Francesco Detta, allenatore dell’Alfanese, squalificato fino all’1 giugno perché “con comportamento altamente antisportivo e sleale, ripetutamente rivolgeva parole offensive, ingiuriose e minacciose nei confronti del ddg; oltretutto, apostrofava il ddg chiamandolo “mongoloide”, manifestando, quindi, mancanza di rispetto e sensibilità nei confronti dei soggetti colpiti da tale disabilità”.

Tra gli altri squalificati Recchiuti del Pattano (due gare), D’Elia (Herajon), Mirra (Real Palomonte), Troiano (Gregoriana).

Per la Seconda Categoria il dirigente Gabriele Pizza del Rutino è stato inibito fino al 6 aprile. Tra i calciatori stop di tre turni a Riccio del Casaletto; una a Gonzalez dell’Atletico Saracena, Galatro e De Girolamo del Montesano, Monzo dell’Elea.

Correlati

Top