SS19: comitato Ponte Nuovo chiede chiarimenti sullo stato dei lavori - Info Cilento
Montella Prisma Arredo
Casa San Pio
Caseificio Campolongo
Plasticart
Attualità

SS19: comitato Ponte Nuovo chiede chiarimenti sullo stato dei lavori

ss19

L’appello: “comunità completamente isolate”.

SS19: comitato Ponte Nuovo chiede chiarimenti sullo stato dei lavori

L’appello: “comunità completamente isolate”.

Il Comitato “Ponte Nuovo” di Auletta scrive al Prefetto di Salerno Salvatore Malfi, al Capo dipartimento Protezione Civile Nazionale Fabrizio Curcio e al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per chiedere nuovi chiarimenti sulla SS19 delle Calabrie chiusa al traffico a causa di una frana al km 46 nel comune di Auletta.

“A due anni dall’accaduto – scrive il comitato civico – la situazione è invariata, comportando notevoli disagi ai collegamenti. Numerose famiglie della comunità di Auletta sono completamente isolate dal centro cittadino e le loro case rischiano addirittura di franare; per gli agricoltori diventa difficile raggiungere i loro terreni, mettendo a rischio le loro attività già profondamente colpite dalla crisi”.

“I collegamenti commerciali e sociali tra le comunità del Tanagro e degli Alburni – evidenziano – si sono drasticamente ridotti, e stanno rischiando di scomparire in un territorio già piccolo e periferico che traeva linfa vitale anche da questi piccoli scambi”.

L’importanza dell’arteria era dovuta alla facilità di raggiungere il complesso turistico delle Grotte di Pertosa-Auletta e del sistema Mida; inoltre rappresentava l’unico percorso alternativo, in caso di incidenti sul tratto Petina – Polla dell’ A3 Salerno-Reggio Calabria.

Di qui la richiesta di avere informazione sullo stato dei lavori e sulla predisposizione di un percorso alternativo.

“Al momento l’unica cosa certa è che la frana continua ad avanzare a causa dell’erosione spondale del fiume Tanagro e che non esiste alcun percorso alternativo praticabile, che permetta ai cittadini rimasti isolati di raggiungere il centro cittadino”. “Un territorio periferico ha bisogno di collegamenti, senza collegamenti siamo destinati a scomparire”.

Top
Ti suggeriamo di leggere Attualità, Homepage
ospedale_polla_pronto_soccorso
L’ospedale di Polla “declassato”, ira del Codacons

scuolamediacapaccio
Vandali in azione a Capaccio: silicone nelle serrature della scuola

rassegnastampa_lunedi
Rassegna stampa del 29 febbraio

Chiudi