Affare Fatto
CilentoCronacaIn Primo Piano

Campora, controlli in una struttura per anziani: denunce e sanzioni

I controlli eseguiti da carabinieri e Nas

Tre persone denunciate e sanzioni amministrative per oltre 20mila euro è il risultato del blitz effettuato dai carabinieri in collaborazione con gli uomini del Nas di Salerno in una struttura per anziani nel comune di Campora centro nell’entroterra cilentano. A finire nel mirino di controlli dei militari della compagnia di Vallo della Lucania, al comando del capitano Mennato Malgieri, la struttura situata nei pressi del cimitero cittadino a pochi passi dal centro abitato.

I carabinieri a seguito di segnalazioni pervenute alla loro attenzione hanno deciso di effettuare un controllo. Il blitz è scattato due notti fa. Al loro arrivo nella struttura hanno trovato una situazione che ha confermato i loro sospetti. Nella struttura che avrebbe potuto ospitare al massimo otto degenti sono state trovate invece tredici persone, di cui solo cinque sono risultate autosufficienti.

Otto degenti sono stati quindi trasferiti in un’altra struttura adeguata alle loro esigenze. Per tre persone è scattata la denuncia. A loro carico pesanti accuse tra cui abbandono di persone incapaci, falsità ideologica, omessa comunicazione del numero degli alloggiati ed irregolarità in materia di orario di lavoro. I controlli dei carabinieri sono stati estesi infatti anche ai lavoratori in servizio all’interno della struttura riscontrando la pozione irregolare di due operatori che prestavano la loro attività lavorativa in nero.

A fine controlli i militari hanno disposto l’immediato trasferimento degli ospiti non autosufficienti. L’intervento all’interno della struttura disposto dai carabinieri di Vallo della Lucania è stato fatto congiuntamente ai militari del Nas e del nucleo ispettorato lavoro di Salerno.

Non è la prima struttura per anziani dell’entroterra cilentano a finire nel mirino delle forze dell’ordine. Qualche mese fa una operazione simile fu portata a termine un una casa di riposo di Stio Cilento dove i pazienti erano stati poi trasferiti in un affittacamere di Magliano Vetere, altra struttura priva dei requisiti igienico sanitari, strutturali ed organizzativi. In quel caso nove gli anziani trovati dalle forze dell’ordine in stato di abbandono subito trasferiti ed affidati a strutture idonee.

I nonni erano tutti con gravi patologie fisiche e psichiche. Alcuni ammalati di parkinson, altri di alzheimer, altri ancora sono allettati. Tutti quindi bisognoso di continua assistenza da parte di persone single specializzato.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

E' stato rilevato Adblock

Per favore disabilita Adblock su questo sito