Agropoli, “Un racconto per non dimenticare”: l’iniziativa del Presidio di Libera

Incontro in programma martedì 15 marzo presso il Cineteatro Eduardo De Filippo

Un racconto per non dimenticare: 100 passi verso il 21 marzo” è il titolo dell’incontro organizzato dal Presidio di Libera di Agropoli in vista della XXVII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

L’appuntamento è per martedì 15 marzo alle ore 15.00 presso il Cineteatro Eduardo De Filippo di Agropoli e l’ingresso sarà gratuito. Ad introdurre l’evento saranno i saluti di Teresa D’Onofrio, referente del Presidio di Libera di Agropoli, intitolato al giovane tenente dei carabinieri Marco Pittoni, ucciso a Pagani nel 2008.

Seguirà l’intervento di Anna Garofalo, Referente provinciale di Libera a Salerno, poi la parola passerà a Mario Esposito Ferraioli, fratello di Antonio, vittima innocente di camorra, freddato da un commando il 30 agosto 1978 all’età di soli 27 anni. Antonio Esposito Ferraioli era molto attivo nel mondo sindacale e lavorava come cuoco nelle cucine dello stabilimento della Fatme di Pagani, dove aveva denunciato la gestione delle subforniture per la mensa e organizzato l’attività politica in fabbrica.

L’incontro si concluderà con gli interventi di Aldo Padovano, autore e produttore del corto “Tonino”, ispirato alla vicenda di Antonio Esposito Ferraioli, e di Antonio Giordano, musicista della compagnia “Daltrocanto” nonché autore della colonna sonora del corto.

Il prossimo 21 marzo si terrà a Napoli la manifestazione nazionale della XXVII Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, a cui prenderanno parte anche delegazioni di studenti cilentani. La data è indubbiamente simbolica: il 21 marzo è ormai da anni il giorno scelto dall’associazione per una rinascita dei valori di libertà e giustizia sociale.

CONTINUA A LEGGERE

Sostieni l'informazione indipendente